Il vescovo sceglie la piazza per le cresime

0
11

Centottantasei tra ragazzi e ragazze hanno ricevuto il sacramento all’aperto alla Renaredda
PORTO TORRES. Centottantasei cresimandi in rappresentanza della parrocchie turritane e settecentoquarantaquattro persone tra padrini, madrine e genitori all’interno della grande sala allestita in piazza Renaredda. Grandi numeri quelli della Cresima che si è svolta ieri pomeriggio nella parte iniziale della fascia costiera che si affaccia al mare.A celebrare il sacramento della chiesa cattolica che esprime la discesa dello Spirito Santo sui credenti, tramite l’imposizione delle mani, l’arcivescovo di Sassari Gian Franco Saba. «I nomi di Gavino, Proto e Gianuario – ha detto il vescovo ai giovani cresimandi – ci hanno tracciato il cammino e hanno confessato la loro fede in Gesù: adesso noi dobbiamo fare la nostra parte e ricordare che la chiesa siamo noi. Siamo noi le pietre vive ed è attraverso queste pietre che Dio genera la vita».Le parole dell’arcivescovo hanno colto nel segno i ragazzi e le ragazze che si preparavano a ricevere il sacramento della Cresima. Le cresime di quest’anno hanno dovuto fare i conti con l’emergenza pandemica, dove a causa dell’alto numero dei cresimandi (e di padrini e genitori) non era possibile riunirsi nelle singole parrocchie di San Gavino, Spirito Santo, Cristo Risorto e Beata Vergine della Consolata. Si è dunque scelta una location all’aperto, dove si sono rispettate alla lettera tutte le regole relative al distanziamento sociale e all’assembramento finale. Una cerimonia semplice ma piena di significati quella celebrata dal vescovo, davanti anche ai tanti nonni e agli zii che hanno voluto essere presenti al sacramento dei loro nipoti. La grande piazza della Renaredda ha assolto in pieno alle sue funzioni e anche la temperatura ha supportato nel migliore dei modi il pomeriggio di festa religiosa e civile. «Il fatto che oggi il vescovo ripeta il nome che ognuno di voi darà – ha concluso Gian Franco Saba -, è il segno della presenza di Dio». (g.m.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome