Don Cabizzosu e la Chiesa sarda

0
1

Il sacerdote pubblica un nuovo volume di ricerche socio-religiose  
OZIERI. Con la pubblicazione del quinto volume della serie “Ricerche socio-religiose sulla Chiesa sarda tra ‘800 e ‘900”, don Tonino Cabizzosu, sacerdote di Illorai, ordinario emerito presso la Facoltà di Teologia della Sardegna e direttore dell’Archivio diocesano di Ozieri, riporta all’attenzione del pubblico la storia religiosa legata a doppio filo alla società civile. L’opera, circa seicento pagine, pubblicata da Carlo Delfino editore, ricalca la struttura dei volumi precedenti e si divide in cinque sezioni. La prima è Ricerca di storia religiosa e civile della Sardegna, in cui viene descritta la predica di S’Iscravamentu, la passione di Cristo interamente riportata nella versione goceanina della lingua sarda.Nelle altre quattro sezioni, Chiesa e società nell’azione del Clero, Pastori d’anime e maestri di spirito, Santità e servizio agli ultimi nell’opera dei religiosi/e e Prefazioni, Presentazioni e Interviste, Cabizzosu ha delineatouna ventina di personaggi che hanno segnato profondamente il cammino della cristianità nell’isola. Alcuni più conosciuti come Padre Manzella e Fra Nicola da Gesturi altri meno noti ma certamente importanti nel loro percorso di crescita e nell’apporto culturale e sociale dato alla comunità come ad esempio don Francesco Amadu di Ozieri, scomparso nel 2015 e che ha lasciato un’eredità di studio e un patrimonio archivistico ancora in gran parte inesplorato. L’imponente mole di pubblicazioni di don Tonino, più di settanta sino ad ora, lo pone certamente tra i massimi studiosi del settore ma la sua opera di studio dovrà servire ad altri per ampliare e tramandare la conoscenza. Francesco Squintu

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome