Santa Maria Coghinas sotto choc

0
13

Il sindaco Carbini: «Andrea era una persona molto stimata e dedita al lavoro»
SANTA MARIA COGHINAS. C’è incredulità, commozione, sgomento e tanta rabbia in paese per la notizia della tragica, quanto fatale morte, dell’agricoltore di Santa Maria Coghinas Andrea Mereu, deceduto all’ospedale di Sassari a causa dei forti traumi causati da un incidente a bordo della sua Vespa.Ad Andrea infatti è stato fatale l’impatto sull’asfalto mentre faceva rientro da un motoraduno che si avviava a concludere dopo che nel primo pomeriggio ci si era ritrovati ad Alghero con gli amici e appassionati di sempre e che si sarebbe concluso con una cena a Porto Torres. «Una brutta notizia che ha gettato tutti noi nello sconforto – commenta amareggiato e commosso il sindaco di Santa Maria Coghinas Pietro Carbini – lo conoscevo benissimo un uomo d’oro, grande lavoratore e devo dire che andava d’accordo proprio con tutti a Santa Maria». L’unica passione di Andrea era l’hobby della Vespa, e i motoraduni, poi solamente lavoro, casa e gli amici che frequentava sempre con il suo modo di non essere mai troppo invadente né esuberante. «Non amava frequentare i bar – continua il sindaco Carbini – preferiva condividere i suoi amici negli incontri più conviviali e in circostanze come quella dei motoraduni. Insomma, la nostra comunità ha perso una persona ben voluta da tutti, che con la sua timidezza e il suo carattere schivo ma sempre disponibile aveva conquistato la stima dell’intero paese».«Lavorava nella mia azienda da oltre trent’anni – dichiara l’ex sindaco di Valledoria Tore Terzitta – faceva il trattorista e devo dire che è stato sempre un grande lavoratore e un’ottima persona. Non riesco ancora a credere che la sua passione gli sia stata fatale. In azienda ci mancherà tantissimo, così come la sua disponibilità. Esprimo un sincero cordoglio a tutta la sua famiglia». Giulio Favini

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome