0
0

Anche la band portoghese Albaluna al 36° Ittiri Folk FestaLe trascinanti musiche della band portoghese Albaluna al 36° Ittiri Folk Festa – Dal 10 al 12 settembre l’edizione speciale dedicata ai suoni e il Premio Zenìas ai sardi che danno lustro alla tradizione.

Da Cipro al Portogallo: nel festoso incontro di suoni da tutto il mondo organizzato dall’associazione Ittiri Cannedu ci sarà anche il sestetto Albaluna. L’edizione numero 36 di Ittiri Folk Festa, in programma dal 10 al 12 settembre, si concentrerà soprattutto sui suoni e quindi sui gruppi che sanno raccogliere le tradizioni musicali (e della musica per la danza), ripoporle e anche aggiornarle, proprio come fa Albaluna.La band portoghese di sei artisti polistrumentisti è stata fondata nel 2010 dal polistrumentista e compositore Ruben Monteiro. Il gruppo si dedica alla ricerca musicale, storica e culturale e alla creazione e arrangiamento di brani musicali. Principalmente originali, sono fortemente ispirati al continuum culturale che unisce i popoli intorno al Mar Mediterraneo e le tre culture che definiscono il patrimonio di civiltà della penisola iberica.Utilizzando sia strumenti antichi provenienti da varie parti del mondo (come ad esempio l’indiano Dilruba, il greco Baglama e il flauto persiano Ney) sia strumenti moderni, i sei musicisti presentano uno spettacolo energico, pieno di aromi musicali distinti, che abbraccia molteplici generi, come la world music, il prog rock e metal, il folk e la fusion.Il gruppo è formato da Ruben Monteiro, Tiago Santos, Raquel Monteiro, Carla Costa, Christian Marr’s e Dinis Coelho.Intensa l’attività negli ultimi anni, interrotta soltanto dalla pandemia. Hanno partecipato a festival in Spagna, Germania, India, Montenegro, Marocco e Cina. Sono stati ospiti nel 2016 del Montelago Celtic Festival.L’evento, per il suo valore culturale e sociale, è stato inserito quest’anno nel cartellone di “Salude & Trigu”, le iniziative della Camera di Commercio del Nord Sardegna.Ittiri Folk Festa è realizzato grazie anche al finanziamento della Fondazione di Sardegna e dell’Assessorato del Turismo Regione Sardegna che lo ha inseritotra gli eventi di rilievo turistico dell’isola.Partner del festival sono l’Associazione Folk Ortachis Bolotana, l’Associazione Prendas de Ittiri e Cunsonu Santu Juanne Thiesi. Confermato il consueto patrocinio dell’Università di Sassari.

leggi l’articolo su: Sardegna Reporter

#Sassari #sardegnareporter #vivisassari #Cultura, News

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome