Era finto l’ordigno lasciato davanti alla Decathlon di Sassari

0
1

L’intervento degli artificieri del nucleo antisabotaggio dei carabinieri, che si è appena concluso, ha escluso che lo strano involucro di carta argentata individuato alcune ore fa nel piazzale del centro commerciale Tanit di via Predda Niedda, a Sassari, all’ingresso della rivendita di Decathlon, fosse un ordigno. Arrivati su richiesta della Polizia, intervenuta con la Squadra mobile e la Digos, gli artificieri hanno potuto operare in assoluta sicurezza perché lo store di articoli per lo sport era stato fatto evacuare.
Dopo un’attenta analisi gli specialisti hanno potuto escludere che si sia trattato di un pacco bomba.
Ora è caccia ai balordi che hanno confezionato il finto ordigno. Coordinati sul campo dal dirigente Dario Mongiovì, gli uomini della Mobile acquisiranno le immagini delle telecamere a circuito chiuso nella speranza che possano offrire qualche elemento utile alle indagini. (ANSA)
Commenta l’articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo commenti

Articolo precedenteCovid, i Pronto Soccorso, Cagliari e Sassari allo stremo

leggi l’articolo su: Il Tamburino Sardo

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome