«Un litorale a misura di disabile»

0
32

Ughi (Vosma): servizi garantiti e collaborazioni solide con le associazioni
SASSARI. Uno dei punti deboli di molte spiagge isolane è sicuramente l’accessibilità. Ma non a Platamona, che negli anni è riuscita a costruire un percorso virtuoso (anche grazie ai 13 anni di gestione Vosma) e proficue collaborazioni (su tutte quella con la vicina “Casa Uildm”). Alla Rotonda è installata una passerella in legno, dallo scivolo della rotonda fino a consentire il raggiungimento del bagnasciuga. E, in diramazione dalla passerella, ci sono sedici piazzole, con pavimentazione in legno, dotate di ombrellone, sedia e piccola balaustra di sostegno. A gestirle la Vosma, che si occupa anche della sicurezza in mare. «Quest’anno siamo partiti un po’ in ritardo – spiega Corrado Ughi – ma garantiamo la presenza di due operatori qualificati che tutti i giorni, dalle 10 alle 19, che forniscono assistenza alle persone con disabilità. Sono anche disponibili due ausili tipo sedie spiaggia/mare per consentire la balneazione alle persone disabili o con difficoltà motorie. E andremo avanti fino a fine settembre. Quello che offriamo è un servizio indispensabile, non solo per i disabili ma anche per gli anziani. Certo, si potrebbe dare di più, ma Platamona ormai è un punto di riferimento. E c’è da andarne fieri». Sempre alla Rotonda è stata sistemata l’area docce già presente, con il rifacimento del rivestimento e della panca con seduta e schienale in legno. Piccoli passi avanti, che hanno permesso alla spiaggia dei sassaresi di fregiarsi, da quest’anno, dell’ambita Bandiera Blu, che sventola tra grandi problemi ed enormi potenzialità. Che si spera che Sassari riesca finalmente a cogliere.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome