Novità per la decima edizione della Corsa in Rosa

0
8

Torna la Corsa in Rosa contro la violenza sulle donne. Giunta al decimo anno la tre giorni nomina cinque Opinion Leader, aggiunge un tour e una gara agonistica di 6 km e tra le novità anche la maglia si rifà il look. Il 15, 16 e 17 ottobre a Sassari tre giorni di riflessione, dibattiti e intrattenimento per dare un contributo alla sensibilizzazione sulla violenza di genere.

SASSARI – Dopo la pausa forzata a causa della pandemia, la Corsa in Rosa torna per il decimo anno per affermare con ancora più forza il ‘NO’ alla violenza sulle donne. Restano purtroppo sempre attuali nella cronaca quotidiana i femminicidi, le violenze e il mancato rispetto dei diritti delle donne in ambito locale e nazionale dove si registrano sempre nuove vittime. Così come in campo internazionale dove si assiste, proprio in queste ore, in Afghanistan ai soprusi e all’allarmante retromarcia anche su quelle piccole conquiste in termini di libertà e diritti delle afghane. Con la convinzione che non è mai abbastanza quello che si fa sulla lotta per le donne, la Corsa in Rosa propone il 15, 16 e 17 ottobre a Sassari tre giorni di riflessione, dibattiti e intrattenimento per dare un contributo alla sensibilizzazione sulla violenza di genere.
Gli organizzatori, oltre a confermare la giornata clou con la consueta corsa a passo libero, hanno voluto introdurre per il decimo anno alcune novità per dare maggiore forza e risalto al messaggio motore della manifestazione. Tra le nuove iniziative l’affiancamento di voci femminili autorevoli, la maglia con un messaggio d’inclusione, la gara agonistica e un Pink tour. Le Opinion Leader. Quest’anno la Corsa in Rosa seleziona 5 donne, esponenti note per il loro impegno professionale e sociale vicine al mondo dei diritti delle donne che saranno nominate ufficialmente Opinion leader dell’edizione 2021. I cinque profili sono stati selezionati tra le voci più autorevoli nel campo del giornalismo, della comunicazione, della politica, della musica e dello sport i cui nomi saranno svelati in seguito. Il loro contributo sarà prezioso per aiutare il messaggio del ‘no’ alla violenza sulle donne, attraverso i canali di comunicazione a partire dai social media, ad arrivare più lontano, a più persone e con una voce più forte. Le cinque Opinion leader saranno inoltre protagoniste di un momento di confronto e dibattito sui temi dei diritti e della violenza di genere nel pomeriggio di sabato 16 ottobre.
La Corsa in Rosa per questa edizione vuole raggiungere il popolo rosa e per questo organizza il Pink Tour. Un’altra novità che permetterà alla manifestazione di divulgare oltre i confini cittadini il messaggio della lotta contro la violenza sulle donne. A partire dalla prossima settimana l’auto ufficiale della Corsa in Rosa raggiungerà alcune località dell’isola. Tra le prime tappe in programma le città delle cinque Opinion leader che saranno raggiunte per la nomina ufficiale da parte del presidente Luca Sanna: “Sarà un onore avere al nostro fianco cinque donne che nel campo professionale e sociale si sono sempre distinte per la difesa delle donne – spiega Sanna – Abbiamo voluto fortemente che fossero proprio donne autorevoli in questo campo ad aiutarci ad affermare con ancora più forza il no alla violenza di genere”. Le altre tappe del Pink tour raggiungeranno diverse località dell’isola per la consegna di alcune maglie speciali e per la promozione della manifestazione.
Tra le novità introdotte in questa edizione la nuova maglia che cambia look grazie ad un’illustrazione creata da Andrea Pozzessere in arte Pezze Rosse in cui viene rappresentato lo spirito di inclusivity della Corsa in Rosa. Coloro che decideranno di partecipare alla Corsa in Rosa non agonistica, che si svolgerà il 17 ottobre alle 10, dovranno aspettare il 13 settembre per iscriversi e avere la nuova maglia (l’iscrizione in via Zanfarino 27-b a Sassari). La Corsa in Rosa quest’anno propone anche una gara riservata agli agonisti che si svolgerà il 17 ottobre alle ore 9, prima della corsa non agonistica, con partenza da Piazza d’Italia. Sei kilometri all’interno del centro cittadino che vedranno partecipare tra gli altri anche alcune atlete di nazionalità diverse per sottolineare il carattere d’inclusione dell’intera iniziativa. Alla gara agonistica Uisp, organizzata dall’associazione Currichisimagna in collaborazione con Asd T&R.R. (Trail & Road Runners) e Uisp comitato di Sassari, potranno partecipare atleti tesserati con Federazione o enti di promozione sportiva in possesso di certificato medico agonistico in corso di validità al momento della gara.
Nella foto: un momento dell’ultima edizione

Commenti

leggi l’articolo su: Sassari News

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome