Il rettore Mariotti punta sul brefotrofio di San Pietro

0
3

SASSARI. In attesa che il tavolo cagliaritano fornisca qualche indicazione sul futuro del campus, la posizione dell’università e del rettore in merito è decisamente chiara. Gavino Mariotti ha infatti…
SASSARI. In attesa che il tavolo cagliaritano fornisca qualche indicazione sul futuro del campus, la posizione dell’università e del rettore in merito è decisamente chiara. Gavino Mariotti ha infatti formalizzato la sua proposta all’Ersu (e alla Regione) di ristrutturare l’ex Brefotrofio di via delle Croci, di proprietà dell’Università. Un’idea per la quale esiste anche uno studio di fattibilità risalente al 2017, che prevede la realizzazione di una residenza per 220 studenti, che il rettore ha allegato alla sua comunicazione.Con Mariotti che, a prescindere da finisca questo confronto con l’Ersu, ha una linea direttrice che vuole seguire: «Gli studenti non possono stare fuori dalla città, è impensabile che la residenza possa essere realizzata in siti che li terrebbero lontani da Sassari e dall’Università» dice. E, nella lettera inviata il presidente dell’Ersu Massimo Sechi e per conoscenza all’assessore regionale alla Cultura Andrea Biancareddu, sottolinea: «L’Ateneo ritiene assolutamente indispensabile che le residenzialità che si andranno a realizzare siano totalmente integrate alle sedi didattiche e scientifiche dei Dipartimenti di Ateneo. Si reputa infatti doveroso andare ad avviare un processo di “integrazione” e non di “segregazione” degli studenti. L’ex Brefotrofio da questo punto di vista si trova in una zona dove gravitano nelle immediate vicinanze (entro 200 metri) i Dipartimenti di Scienze Chirurgiche, Scienze Biomediche e Agraria, con un totale di oltre 4.500 studenti» ed è «in una invidiabile posizione circondata dal verde su di un ettaro di terreno, baricentrica rispetto a sedi universitarie, ospedale, a 100 metri dalla fermata della metropolitana di superficie e a 400 metri dalla mensa universitaria». Una posizione netta, in contrasto però con quella dell’Ersu, che crede fermamente nel progetto campus all’americana, e per questo non gradisce l’ipotesi dell’ex Brefotrofio.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome