Operata alla testa la bambina caduta: è sempre gravissima

0
0

Eseguito un nuovo intervento per ridurre l’edema cerebrale La piccola di 2 anni è in prognosi riservata in Rianimazione di Luca Fiori

26 Agosto 2021

SASSARI. È aggrappata alla vita in un lettino del reparto di Rianimazione del Santissima Annunziata la bimba di poco più di due anni, caduta due giorni fa dal secondo piano di una palazzina di via Alghero dopo essere sfuggita per un attimo al controllo dei familiari.Dopo un primo intervento eseguito lunedì pomeriggio dai medici del reparto di Neurochirurgia dell’ospedale civile (per l’inserimento di una sonda utilizzata per il monitoraggio della pressione intracranica) la bambina è stata riportata in sala operatoria durante la notte. Quando il sondino ha segnalato che nonostante la terapia la pressione continuava a salire, l’equipe medica che l’ha presa in cura ha deciso di eseguire una seconda operazione per ridurre l’edema cerebrale.Le sue condizioni sono sempre molto gravi e solo nelle prossime ore sarà possibile capire se reagirà alla terapia. La piccola è attaccata alle macchine e viene costantemente monitorata da medici e infermieri del reparto di Rianimazione che non la lasciano sola neanche un secondo.Dentro e fuori dall’ospedale tutta la città trattiene il fiato in attesa di una buona notizia. I giovani genitori sono sorretti dai parenti e dagli amici più cari in un momento terribile, una prova durissima che stanno affrontando con tanta forza.Intanto proseguono gli accertamenti da parte della polizia per ricostruire con esattezza i tragici istanti in cui si è verificato l’incidente domestico. La bambina si trovava a casa con il papà, la mamma a la nonna e in un attimo, mentre giocava, sarebbe riuscita a sfuggire al loro controllo. Raggiunto un piccolo terrazzo che si affaccia su un cortile interno della palazzina, sarebbe poi riuscita a salire su uno sgabello e da lì avrebbe raggiunto la ringhiera. Poco dopo avrebbe perso l’equilibrio precipitando di sotto. L’allarme è stato immediato e la macchina dei soccorsi si è attivata in pochi istanti. I primi a prestarle soccorso, dopo le disperate richieste d’aiuto dei genitori, sono stati i clienti del ristorante “Giamaranto” che si trova nella stessa palazzina in cui vive la famiglia della piccola. Tra loro c’era anche un medico che ha coordinato le primissime fasi dell’intervento in attesa dell’arrivo in via Alghero dell’ambulanza medicalizzata del 118. Poi la corsa disperata verso il pronto soccorso di viale Italia e l’ingresso in sala operatoria. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Nella caduta la bambina ha perso qualche dentino e ha riportato un brutto trauma cranico con diverse fratture alla testa. Al suo arrivo in Rianimazione è stata presa in cura da medici e infermieri che da lunedì pomeriggio stanno facendo il possibile per salvarle la vita e restituire il sorriso ai genitori e ai parenti, aggrappati alla speranza di poter riabbracciare prima possibile la loro piccola per cui tutta la città sta facendo il tifo.©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome