«Evaporati i 450mila euro per Sa linna sicca»

0
5

A Pattada il gruppo del Pd attacca il Comune sul finanziamento regionale per il patrimonio boschivo
PATTADA. “Fine della triste storia”. Così il gruppo locale del Partito Democratico di Pattada definisce l’epilogo della vicenda che vedeva il Comune di Pattada impegnato ad ottenere un finanziamento regionale di 450 mila euro per il mantenimento del patrimonio boschivo di “Sa linna sicca”. Si tratta di circa 460 ettari e del finanziamento “Misura 15” del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020. Finanziamento perso secondo quanto deciso dal Consiglio di Stato perché, si legge nella sentenza, “il piano depositato dal Comune non ha neanche le caratteristiche di equiparabilità a un piano di gestione forestale anche sommario perché non contiene gli indirizzi gestionali del bosco”. «Nel novembre 2016 – racconta il PD locale – l’assessore all’agricoltura Giovanni Maria Regaglia aveva annunciato che il Comune di Pattada aveva ottenuto il finanziamento di 450 mila euro per il patrimonio boschivo. In seguito il Comune presentò la domanda di finanziamento dopo che la giunta prese la decisione di non rinnovare all’agenzia Forestas la gestione di “Sa linna sicca”, decisione che l’opposizione non accettò, per gestirla in proprio con i finanziamenti che sarebbero arrivati dall’Unione Europea, ossia dalla Misura 15». Nell’ottobre 2018 l’ente Argea preavvisa che la documentazione allegata alla domanda non corrisponde a quella richiesta. Il Comune risponde di aver comunque adottato “strumenti equivalenti per la gestione delle aree forestali” e non aggiunge altra documentazione. «Infine – spiega il gruppo del Pd – nel gennaio 2019 l’Argea comunica al Comune di Pattada che la domanda non era accoglibile. Da qui l’iter di ricorsi al Tar e per finire al Consiglio di Stato che nel dicembre 2020 si pronuncia in maniera definitiva dando ragione all’Argea».Elena Corveddu

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome