Il 15 e 16 agosto chiusi i musei e la Fontana del Rosello

0
0

SASSARI. Se la maggior parte dei bar e dei ristoranti cittadini nei giorni a cavallo di Ferragosto sono rimasti chiusi, offrendo a residenti e turisti uno spettacolo desolante, lo stesso si può dire…
SASSARI. Se la maggior parte dei bar e dei ristoranti cittadini nei giorni a cavallo di Ferragosto sono rimasti chiusi, offrendo a residenti e turisti uno spettacolo desolante, lo stesso si può dire per i musei e i monumenti più rappresentativi di Sassari, anch’essi completamente serrati. Per esempio, la meravigliosa quanto trascurata Fontana del Rosello, spesso identificata come simbolo della città, è rimasta inaccessibile ai visitatori sino martedì scorso (17 agosto) per poi riaprire soltanto la mattina del 17, ma soltanto tra le 10 e le 13. «Purtroppo non abbiamo disponibilità di guide», chiarisce l’assessora comunale alla Cultura Rosanna Arru, che però non ha competenza sugli altri luoghi d’interesse culturale rimasti clamorosamente serrati, come il Museo Sanna (sono in corso lavori di ristrutturazione) o la Pinacoteca nazionale di piazza Santa Caterina. Per chi viene a conoscere Sassari restano soltanto gli ipermercati di Predda Niedda. (an.mass.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome