Sassari, 30 profughi afghani accolti dalla diocesi

0
3

Monsignor Gianfranco SabaNella struttura residenziale di una comunità religiosaSASSARI. L’Arcidiocesi di Sassari, tramite la Caritas diocesana e la Fondazione Accademia Casa di popoli, culture e religioni, apre le porte ai rifugiati afghani. Rispondendo positivamente alla richiesta della prefetta Maria Luisa D’Alessandro, la disponibilità ad accogliere una trentina di afghani in fuga dal proprio Paese è stata comunicata da monsignor Gian Franco Saba, arcivescovo metropolita di Sassari.«La nostra diocesi accoglierà in città, nella struttura residenziale di una comunità religiosa, i rifugiati costretti ad abbandonare la loro terra. Il servizio diocesano della Caritas – ha affermato monsignor Saba – garantirà l’assistenza per vitto, alloggio, vestiario e prima assistenza sanitaria, unitamente alle attività di ascolto per le varie esigenze che si potranno manifestare, con l’ausilio di mediatori linguistici e con i servizi che verranno assicurati dall’Accademia Casa di popoli, culture e religioni». (Ansa).

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome