Nessuna band giovanile nei concerti: è polemica

0
1

Cermelli, capogruppo della Lega in consiglio comunale, critica l’organizzazione dell’Estate turritana
PORTO TORRES. Nell’ultimo consiglio comunale il capogruppo della Lega Ivan Cermelli ha contestato l’assenza delle band giovanili locali nel cartello degli appuntamenti dell’Estate Turritana. «Vorrei capire se l’amministrazione comunale ha dato spazio alle band giovanili nell’organizzazione dei concerti estivi – ha detto – oppure sono stati chiamati i soliti due o tre gruppi musicali che oramai da anni si alternano sulla scena: ritengo che sia importante coinvolgere i giovani quando si organizzano questo tipo di eventi e anche quando vengono dati degli incarichi pubblici. E molto facile riempirsi la bocca di politiche giovanili – ha aggiunto –, quando poi all’atto pratico, quando si comincia ad amministrare si scelgono sempre le stesse persone».Una richiesta di chiarimenti, su cui ha risposto il giorno dopo l’assessora al Turismo Maria Bastiana Cocco. «Nei due eventi gestiti direttamente dal Comune – Sonos e A manu tenta tour – si esibiranno gli artisti locali Roberto Pazzola, Bbrothers e Unidos (che contempla al suo interno cantanti locali)». L’esponente del carroccio ha chiesto anche dove erano finiti i 160mila euro che aveva stanziato la Regione a favore del Comune, per la creazione del centro di aggregazione giovanile con annessa sala musica per i musicisti locali. «Il finanziamento è stato utilizzato per realizzare una saletta musicale – ha risposto l’assessora alle Politiche giovanili, Simona Fois –, che attualmente è gestita dalla Scuola civica di musica. Per le sue caratteristiche strutturali, la saletta da un anno e mezzo non può essere utilizzata a causa delle restrizioni imposte dal Covid». (g.m.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome