Saba: «Inserite i due nuovi gremi»

0
0

Su Braccianti e Autoferrotranvieri si attende la risposta della commissione
SASSARI. L’anno scorso, con una lettera che provocò non poche discussioni, l’arcivescovo metropolita di Sassari, monsignor Gianfranco Saba, aveva rotto gli indugi e chiesto esplicitamente di inserire nella Faradda due nuovi Gremi: quello dei Braccianti e quello degli Autoferrotranvieri. «Desidero caldamente che siano inseriti nella Faradda i due Gremi finora esclusi: quello dei Braccianti posto sotto il patrocinio della Beata Vergine della Mercede e quello degli Autoferrotranvieri che ha come patrono San Cristoforo – aveva scritto monsignor Saba -. Tale atto, oltre a far cadere spiacevoli e inappropriate distinzioni, che talvolta rischiano di configurarsi in divisioni e discordie, non è semplicemente segno di quelle naturali evoluzioni, che anche nel recente passato hanno portato sempre a maggiori coinvolgimenti e a nuove presenze all’interno della Discesa, ma rappresenta un modo concreto di rendere davvero corale e condiviso il nostro atto di affidamento a Maria». Richiesta rimasta senza risposta, che resta sul tavolo anche per la Faradda 2021, con ancora maggior peso, visto che “la peste” che sta mettendo in ginocchio il mondo ha bisogno di un voto non solo sciolto ma rinnovato, con una partecipazione più larga possibile. A dare una risposta definitiva è chiamata la cosiddetta commissione paritetica, formata da un rappresentante della Curia, l’incaricato diocesano per i beni culturali monsignor Giancarlo Zichi, uno del Comune, lo storico Antonello Mattone, e uno dei gremi, il presidente dell’intergremio Fabio Madau. Il tempo inizia a stringere, ma di un eventuale via libera per ora non c’è traccia.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome