Proteste a Thiesi e Torralba, a settembre i processi a 38 pastori

0
3

THIESI. Sono stati rinviati al 23 e al 30 settembre i due processi nei confronti di 21 pastori (il primo) per l’assalto del 9 febbraio di due anni fa al caseificio dei Fratelli Pinna a Thiesi e di…
THIESI. Sono stati rinviati al 23 e al 30 settembre i due processi nei confronti di 21 pastori (il primo) per l’assalto del 9 febbraio di due anni fa al caseificio dei Fratelli Pinna a Thiesi e di altri 17 (il secondo) accusati di danneggiamento aggravato per l’episodio accaduto lo stesso giorno vicino a Torralba, in località “Cabu Abbas”. In quel caso i pastori avrebbero costretto Giuseppe Scanu, autotrasportatore per conto della società Varcos Logistica e Cossu Autotrasporti a fermare il trattore che trainava un semirimorchio «ostruendo la carreggiata con varie autovetture e occupandola con il proprio corpo, impedendo così al veicolo di proseguire». In seguito avrebbero «forzato l’apertura posteriore del rimorchio gettando al suolo la quasi totalità del carico trasportato, composto prevalentemente da derrate alimentari». Un danno che l’avvocato della parte civile ieri ha quantificato in 50mila euro. Il giudice Mauro Pusceddu, tenuto conto degli impedimenti di alcuni avvocati, ha rinviato entrambe le udienze in autunno. Quella di Thiesi fu una delle manifestazioni di protesta messe in atto dai pastori per contestare il prezzo del latte (pagato 60 centesimi al litro) e in quel contesto si era scatenato un vero e proprio assalto, alcune finestre dello stabilimento erano state sfondate con i bidoni, il latte versato all’interno e i dipendenti costretti ad asserragliarsi in azienda per evitare che la situazione degenerasse ulteriormente. (na.co.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome