Cure inadeguate in un centro di salute mentale

0
7

Denunciato dai carabinieri del Nas il responsabile di una struttura sprovvista delle figure professionali
SASSARI. Ha accolto nella struttura da lui diretta un paziente bisognevole di cure fisioterapiche senza assicurare la presenza delle figure professionali preposte al recupero funzionale degli assistiti.Per questo motivo il legale responsabile di un centro di salute mentale di Sassari, è stato denunciato alla Procura della Repubblica dai carabinieri del Nas per abbandono di incapace. I militari del nucleo antisofisticazioni dell’Arma, guidati dal luogotenente Gavino Soggia, hanno effettuato dei controlli e scoperto che il centro di salute mentale privato era sprovvisto delle figure di psicologo, educatore sociale e fisioterapista che avrebbero dovuto seguire il paziente che avrebbe dovuto ricevere particolare cure fisioterapiche. L’operazione si inserisce all’interno di un vasto controllo a livello nazionale dei carabinieri del Nas presso i centri e le strutture pubbliche e private deputate, a vario titolo, alla presa in carico, assistenza, riabilitazione, trattamento sanitario e ricovero di pazienti sofferenti di disabilità e disagi mentali e psichici. Il delicato obiettivo è stato individuato, d’intesa con il ministero della Salute, al fine di monitorare lo stato di situazione di tali servizi a seguito di recenti episodi di cronaca che hanno riproposto l’attualità e l’importanza nella corretta gestione della salute mentale nel più ampio contesto di tutela delle fasce più deboli della collettività, anche in relazione ai cambiamenti sociali causati dall’emergenza sanitaria. Sono state 536 le strutture ispezionate, accertando irregolarità presso 122 di queste, pari al 22%. Nel corso delle verifiche sono state comminate 141 sanzioni penali e amministrative per un ammontare complessivo di 62 mila euro.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome