La disperazione degli amici: «È incredibile»

0
2

SASSARI. La faccia da eterno ragazzo, quel sorriso che era segno di disponibilità e, spesso di incoraggiamento. Giovanni Matta (nella foto) lo ricordano così gli amici, ancora increduli pochi momenti…SASSARI. La faccia da eterno ragazzo, quel sorriso che era segno di disponibilità e, spesso di incoraggiamento. Giovanni Matta (nella foto) lo ricordano così gli amici, ancora increduli pochi momenti dopo una tragedia alla quale nessuno vuole crescere. Sposato, padre di una bimba di 3 anni, dipendente di una azienda che si occupa della distribuzione dei pasti nelle mense scolastiche, Giovanni non era uno che si faceva impressionare dalle difficoltà. «Era uno che voleva fare», dicono i suoi amici. Così nessuno si dice sorpreso del fatto che ieri mattina – dopo avere lasciato l’auto in officina, nel cuore della zona industriale di Predda Niedda – il 38enne abbia deciso di muoversi a piedi.«Sicuramente non ha pensato al pericolo, non si sarebbe esposto a un rischio – questa la valutazione degli amici – voleva arrivare su fino a Unieuro e trascorrere lì il tempo necessario per arrivare all’ora fissata per il ritiro dell’auto».D’altronde da quando c’è l’hub di Promocamera in funzione sono tante le persone che si muovono a piedi dopo avere parcheggiato l’auto nelle aree di sosta delle attività commerciali. Anche Giovanni Matta ha pensato di fare così, senza immaginare di mettere in pericolo la sua vita. Invece la passeggiata è finita in tragedia.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome