GdF Sassari. Sventata truffa ai danni dell’UE. 14 soggetti denunciati e sequestri per 240.000 euro

0
20

L’intensificazione delle attività a contrasto delle indebite percezioni e delle  frodi  relative  alle  erogazioni  pubbliche  di  origine  nazionale  ed europea ha consentito alle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Sassari di scoprire e sventare una truffa nell’ambito di un importante finanziamento erogato all’Italia dall’Unione Europea. In  particolare,  per  mezzo  di  prolungate  e  complesse  indagini,  i finanzieri della Tenenza di Tempio Pausania hanno accertato diverse condotte  fraudolente,  quali  operazioni  simulate,  sovrafatturazione  e utilizzo di atti falsi, perpetrate da un sodalizio criminale di 14 soggetti componenti  un  Consorzio  nato  allo scopo  di  richiedere  ed ottenere  un  finanziamento  di  600.000 euro,  volto  al  “recupero  e valorizzazione economico-produttivo delle sugherete”, con finalità selvi colturali ed infrastrutturali, quali la ripulitura localizzata, le potature di formazione, il taglio e il concentramento e trasporto della legna nelle aree di Calangianus, Tempio Pausania, Monti e Montresta.Le  attività  ispettive hanno permesso  di  accertare  il modus operandi del Consorzio e pertanto di deferire alla locale Autorità Giudiziaria  i  suoi  componenti  per  gravi  reati  in  danno  del  bilancio dell’U.E.,  quali  truffa  aggravata  per  il  conseguimento  di  erogazioni pubbliche, appropriazione indebita e uso di atto falso. Contestualmente è  stata trasmessa  apposita  segnalazione  di  danno erariale  alla  competente  Autorità  Giudiziaria  contabile  e  all’Ente erogatore  della  misura  in  argomento  per  le  conseguenti  azioni  di recupero, nonché avviati – per i previsti profili sanzionatori – i relativi procedimenti amministrativi. Per  quanto  accertato, è  stato disposto  il  sequestro  finalizzato  alla confisca   di   oltre 240.000 euro,   provento delle   illecite   condotte sopramenzionate.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome