“Anime maledette”, le storie di Piero

0
12

Alle 19 la presentazione del libro scritto dal giornalista Mannironi
SASSARI. Domani sera, alle 19, all’anfiteatro del Polo Tecnico in via Monte Grappa 2, verrà presentato il libro “Anime maledette” di Piero Mannironi, il giornalista della Nuova Sardegna scomparso recentemente. Dialogheranno sui contenuti del libro e sul lavoro svolto da Piero Mannironi, il procuratore capo della Repubblica di Sassari Gianni Caria e il giornalista Piergiorgio Pinna.In “Anime maledette” i fatti e la Storia si moltiplicano in tante storie: la bella e triste Gisella, uccisa e buttata in un pozzo; l’inattesa umanità del bandito di Orgosolo che scriveva poesie, ormai rassegnato a incontrare la morte; l’omicidio del potente latifondista Vincenzo Arangino; la delirante parabola criminale di André Spada, il sardo che diventò l’ultimo bandito d’onore della Corsica; la vita e la morte del maresciallo Dettori, che vide tutto nella tragica notte di Ustica; il massacro di Francis Turatello nel carcere di Badu ’e Carros. Così, questo libro scritto da Piero Mannironi è anche una rilettura di misteri ancora oggi irrisolti: l’abbattimento dell’elicottero della guardia di finanza (nome in codice “Volpe 132”) nei cieli del Sarrabus, il naufragio di un cargo sovietico nella Sardegna sud-orientale negli anni della guerra fredda e i sogni rivoluzionarti di Feltrinelli, che voleva trasformare la Sardegna nella Cuba del Mediterraneo, con l’aiuto dell’imprendibile re del Supramonte Graziano Mesina (latitante da un anno dopo la condanna definitiva a 30 anni).

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome