SASSARI, 13 luglio 2021 – Al Policlinico Sassarese un ambulatorio dedicato e tecnologie di ultima generazione per la cura delle patologie urologiche.

0
1

SASSARI, 13 luglio 2021 – Al Policlinico Sassarese un ambulatorio dedicato e tecnologie di ultima generazione per la cura delle patologie urologiche.La struttura di Viale Italia potenzia dunque la sua offerta sanitaria con l’introduzione di nuove attività diagnostiche e terapeutiche per le malattie dell’apparato uro-genitale maschile e dell’apparato urinario femminile.E’ possibile, infatti, prenotare sin da oggi al numero 079-222777, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, le prime visite in programma il 28 e il 29 lugliocon il dottor Angelo Cafarelli, direttore dell’Unità Operativa di Urologia Robotica e Mininvasiva della Casa di Cura Villa Igea di Ancona e responsabile dell’indirizzo terapeutico e del coordinamento di tutte le attività urologiche del Gruppo Policlinico Abano di cui fa parte anche la struttura sarda.Cafarelli si occupa da oltre un decennio della diagnosi e del trattamento delle patologie urologiche sia di natura oncologica (tumori della vescica, della prostata, del rene) sia di altra origine (ipertrofia prostatica, calcolosi urinaria, incontinenza urinaria). Vanta un’esperienza di altissimo livello nel settore della Chirurgia Urologica Mininvasiva, in particolare nella chirurgia laparoscopica e robotica dei tumori maligni della prostata e del rene. Con oltre 1.200 interventi all’attivo, in questo ambito Cafarelli ha una casistica operatoria tra le più ampie in Italia, mentre nella chirurgia endoscopica ha eseguito oltre 1.500 interventi con il Laser ad Holmio – HoLEP per l’ipertrofia della prostata.Queste due tecnologie all’avanguardia saranno disponibili anche al Policlinico Sassarese dal prossimo settembre.Il laser a HolmioL’utilizzo del laser ad Holmio – HoLEP ha rivoluzionato alcuni ambiti della Chirurgia Urologica per la cura della calcolosi urinaria (interventi di litotrissia laser endoscopica dei calcoli renali e ureterali) e dell’ipertrofia prostatica benigna. Questa tecnologia viene utilizzata in caso di sintomi e volumi prostatici importanti ed è una tecnica che comporta la perdita dell’eiaculazione nell’80% dei casi ma non della funzione erettile. È una metodica chirurgica riconosciuta a livello mondiale come la più efficace e sicura.Il trattamento con il vapore acqueoPer l’ipertrofia prostatica benigna disponiamo anche del Rezum, una tecnologia di ultima generazione che permette un trattamento mininvasivo eseguibile in regime di day surgery. Sfrutta l’energia termica sotto forma di vapore acqueo, che viene iniettato attraverso l’uretra nella prostata con una procedura endoscopica, della durata di 5-10 minuti grazie all’utilizzo di una sonda di pochissimi millimetri di diametro. Molti i vantaggi per il paziente: il ricovero la mattina e la dimissione nel pomeriggio, la rapidità di esecuzione e il mantenimento della funzione sessuale.Il percorso diagnostico si potrà anche avvalere della collaborazione della Radiologia del Policlinico Sassarese, in particolare per quegli approfondimenti che necessitano di esame con risonanza magnetica, in modo da offrire al paziente le competenze dei professionisti che operano in questo servizio e le tecnologie di alta gamma che vi vengono utilizzate.

leggi l’articolo su: Sardegna Reporter

#Sassari #sardegnareporter #vivisassari #Attualita’, News

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome