Vandali nella sede del Cisom, danni a un’auto

0
6

Porto Torres. Ennesima incursione notturna. Bivacchi in spiaggia a Balai: «Servono più controlli»
PORTO TORRES. Con la fine delle misure restrittive relative alla pandemia sono purtroppo aumentati gli atti vandalici contro il patrimonio pubblico e le proprietà private a Porto Torres. Questa volta ad essere prese di mira sono state la Fiat Punto del Cisom (Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta) e le sale interne della stazione di via Fontana Vecchia. I vandali si sono prima accaniti contro la vettura, nella notte tra sabato e ieri, staccando lo specchietto laterale destro e facendolo letteralmente a pezzi sul pavimento della stazione. Poi sono entrati nell’edificio ferroviario per completare la loro azione distruttrice. «Hanno rotto anche il gancio che manteneva la parte interna della struttura dove transitano i passeggeri del treno – dice il capogruppo Cisom Giampaolo Delogu – e poi si sono diretti verso la pensilina della stazione imbrattandola di scritte incomprensibili: presenterò la denuncia per atti vandalici ai carabinieri della compagnia di Porto Torres, trattandosi di una macchina con targa militare, e nel frattempo ho informato anche il sindaco di Porto Torres su questi fatti incresciosi».Atti vandalici che si stanno susseguendo e creano preoccupazione, ed è per questo che i cittadini chiedono maggiori controlli – specie durante la notte – in tutto il territorio. Un altro fatto è stato segnalato nella spiaggia di Balai: i primi bagnanti ieri mattina hanno trovato i resti di un bivacco notturno costruito con le pietre e il campionario di bottiglie e lattine lasciato sulla sabbia. Niente di grave, ma il segno di una assenza di controlli: nessuno ha fatto visita al gruppo in festa. Sarebbe bastato poco, anche solo identificarli e fare in modo che ripulissero.«Negli ultimi tempi ci sono ragazzi che vanno in giro a distruggere – conclude Delogu – e questa situazione rischia di degenerare: è evidente che la prevenzione si fa anche con il potenziamento dei controlli». Gavino Masia

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome