Geometri, emorragia di iscritti all’albo

0
11

Riunito per il bilancio il collegio provinciale: crisi e pandemia favoriscono la fuga
wSASSARI. Gli organi dirigenti del collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Sassari, già al terzo anno di mandato, hanno portato all’esame dell’assemblea degli iscritti i bilanci consuntivo del 2020 e preventivo per il 2021 che sono stati approvati all’unanimità. Atti dovuti e obbligatori e sicuramente i più importanti per la vita della categoria che, purtroppo, di anno in anno con la crisi economica che impera e l’innegabile crisi di lavoro insorta da un anno a questa parte a causa del Covid, vede una repentina cancellazione di geometri dagli albi di appartenenza. Basti pensare, che nella sola Sardegna, nell’ultimo triennio si sono cancellati circa seicento geometri. L’incontro con gli iscritti, nonostante il momento critico dovuto ai rischi che si potrebbero correre per la pandemia, si è svolto nella sala convegni dell’Hotel Vialetto. L’assemblea si è aperta con i saluti del neo presidente eletto Giovanni Paolo Deliperi che, oltre a ringraziare il presidente uscente Giuseppe Claudio Chessa per il lavoro svolto, ha illustrato l’attività portata avanti dal collegio nel 2020, nonostante le difficoltà di azione e di movimento, rimarcando soprattutto che «nonostante questo lungo periodo di crisi anche questo terzo bilancio si è chiuso positivamente a dimostrazione che il consiglio direttivo è riuscito a portare avanti un’amministrazione attenta e oculata, nell’interesse assoluto dell’intera categoria, evitando spese inutili e sprechi». Sono intervenuti anche il tesoriere Mirko Depalmas e il revisore dei conti Giuseppe Saba ed è stato presentato all’assemblea Mario Lattuneddu, neo eletto delegato Cassa (Cipag) per la provincia di Sassari. Mauro Tedde

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome