Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl. Oggi l’assemblea del personale dipendente del complesso ATS di “Rizzeddu”

0
1

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni delle segreterie territoriali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl riguardo l’assemblea del personale dipendente del complesso ATS di “Rizzeddu” tenutasi questa mattina, al termine della quale si è deciso di indire una giornata di mobilitazione presso la sede dell’Assessorato regionale alla Sanità a Cagliari. “In data odierna si è tenuta l’assemblea del personale dipendente della Cooperativa sociale “elleuno” che opera in regime di appalto p.sso le strutture psichiatriche del complesso ATS di “Rizzeddu”, al termine della quale e dopo ampio dibattito, l’assemblea ha dato pieno ed unanime mandato alle OO.SS. di indire una giornata di mobilitazione da tenersi p.sso la sede dell’Assessorato regionale alla sanità a Cagliari.I motivi per i quali si è deciso di innalzare l’asticella della protesta si riconducono essenzialmente alla totale assenza di risposte da parte dei dirigenti ATS e dell’Assessorato regionale alla sanità, attraverso le quali garantire il mantenimento dei livelli di assistenza su tutte le strutture (compresa quella di Ploaghe in attesa di accreditamento), i livelli occupazionali che contano 85 buste paga, nonché la pubblicazione della gara di appalto per consentire l’avvio di un progetto di riorganizzazione, potenziamento e rilancio del dipartimento, a tal fine anche per superare un sistema di proroghe che va avanti dal oltre un decennio.Fin dal mese di luglio dello scorso anno, queste Organizzazioni Sindacali, insieme alle lavoratrici e lavoratori, hanno cercato in tutti i modi di segnalare e rappresentare le gravi criticità che stavano e tutt’ora stanno attanagliando strutture, pazienti e personale. Nel frattempo abbiamo assistito a scelte assai discutibili con chiusure di strutture e trasferimento dei pazienti in altri territori. L’11 agosto sempre del 2020 siamo stati convocati in audizione p.sso la Presidenza del Consiglio regionale alla presenza dei Consiglieri per l’esame delle problematiche, individuando congiuntamente le soluzioni. Il 18 marzo ed il 7 aprile uu.ss., rispettivamente in presenza ed in videoconferenza, abbiamo incontrato l’Assessore e i Commissari Straordinari dell’ATS e dell’Assl di Sassari. Il 22 aprile u.s. si sarebbe dovuta tenera un’altra videoconferenza, ma il giorno prima è stata annullata. In tutte queste occasioni a cui vanno aggiunte tutta una serie di interlocuzioni con i rappresentanti della politica e i dirigenti dell’ATS, nonostante i nostri sforzi per far comprendere la gravità della situazione, gli impegni e le promesse sono rimasti tali.Ebbene stante l’incertezza di cui sopra, non possiamo fare altro che manifestare e denunciare pubblicamente il grave e progressivo declino che sta colpendo duramente e senza precedenti la sanità del territorio, partendo dal totale abbandono in cui versa il sistema della salute mentale, della riabilitazione e dell’assistenza alle persone disabili/fragili e/o agli anziani. Non è più accettabile assistere inermi ad accorpamenti e/o chiusure indiscriminate di pezzi importanti di sanità.Per queste ed altre ragioni, GIOVEDI’ 6 maggio pv alle ore 11 è convocata un’ASSEMBLEA PUBBLICA SIT/IN(*) p.sso la sede dell’Assessorato regionale alla sanità in via Roma 223 a Cagliari, alla quale, oltre le Segreterie di FP Cgil, Cisl FP e Uil FPL di Sassari, parteciperà una nutrita rappresentanza di lavoratrici e lavoratori. In quell’occasione chiederemo con perentoria fermezza all’Assessore e ai Commissari ATS ed Assl di Sassari, nonché ai Dirigenti dei Dipartimenti competenti (DMSD ed Acquisti)  di ascoltare “de visu” le giuste e sacrosante istanze del nostro territorio, alle quali auspichiamo che sul tavolo pervengano risposte vere e concrete.Intanto lunedì 3 maggio, anche a seguito delle numerose sollecitazioni di questo sindacato, siamo stati convocati a Sassari dai Consiglieri regionali eletti nel nostro territorio, p.sso i locali della facoltà di medicina della Aou, per un confronto sulla vertenza del sistema delle esternalizzazioni, prima fra tutte quella in argomento. Durante l’incontro una rappresentanza di lavoratrici e lavoratori del DSMD terranno un presidio all’esterno delle aule della facoltà, in attesa delle risultanze.”

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome