Undici ovuli con 120 grammi di eroina: nigeriano arrestato allo sbarco a Porto Torres

0
1

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale  di  Sassari per la prevenzione ed il contrasto del traffico di sostanze stupefacenti nelle aree portuali e aeroportuali della provincia di Sassari, i militari del Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza di Porto Torres hanno arrestato un giovane che trasportava un ingente quantitativo di Eroina. I finanzieri   hanno   individuato   un   passeggero venticinquenne  di  origini  nigeriane  che,  secondo  quanto  dichiarato dallo stesso, veniva in Sardegna in cerca di occupazione come bracciante. I  militari hanno  accertato che  il  giovane  aveva  effettuato numerosi spostamenti sul territorio nazionale prima di imbarcarsi sul traghetto proveniente    da    Civitavecchia. Per    tale    ragione,    insospettiti dall’anomalo  itinerario,  lo  hanno  condotto  presso  l’Ospedale  di Sassari per effettuare ulteriori accertamenti. Attraverso i test radiologici sono stati scoperti 11 ovuli nello stomaco, risultanti contenere sostanza stupefacente di tipo eroina per complessivi  120  grammi: una  volta tagliata  ed  immessa  sul mercato illegale, avrebbe fruttato alla criminalità oltre 60.000 euro. Al  termine  delle  attività la  droga  è  stata  sequestrata  ed  il  giovane extracomunitario arrestato  per  detenzione  ai fini  di  spaccio  di stupefacenti   e posto  a  disposizione  dell’Autorità  Giudiziaria  di Sassari presso il carcere di Bancali. L’operazione  di  servizio  (la  quarta  in  poco  più  di  un  mese)  si inquadra nell’ambito di un’attenta ed approfondita analisi di rischio, coordinata e diretta dal Comando Provinciale di Sassari, sui dati e le informazioni  raccolti  in  tutta  la  circoscrizione  di  competenza  per  il monitoraggio  dei  punti  di  ingresso  ed  uscita  portuali  e  aeroportuali della Provincia.

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome