Svaligia un appartamento in cella coppia di sassaresi

0
13

SASSARI. Avevano atteso che la proprietaria di un appartamento del centro si allontanasse da casa per andare a fare la spesa e in pochi minuti erano riusciti a svaligiarle l’abitazione e a sparire.La…
SASSARI. Avevano atteso che la proprietaria di un appartamento del centro si allontanasse da casa per andare a fare la spesa e in pochi minuti erano riusciti a svaligiarle l’abitazione e a sparire.La donna, una pensionata di 73 anni, al suo rientro aveva trovato la casa sottosopra e scoperto che i ladri le avevano portato via gioielli per un valore di circa 15mila euro. Davide Melki, 30 anni originario di Tempio ma residente da tempo in città e Nadia Masu, sassarese di 37 anni, avevano calcolato tutto tranne la presenza di diverse telecamere di videosorveglianza nella zona in cui avevano messo a segno il colpo e l’acume investigativo dei carabinieri.Il colpo era stato messo a segno l’8 aprile scorso e dopo 24 ore i militari della sezione radiomobile erano già risaliti ai responsabili. Ieri mattina a entrambi è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice delle indagini preliminari. Il provvedimento li ha raggiunti nelle rispettive celle del carcere di Bancali, dove entrambi si trovavano per essere stati già arrestati per altri procedimenti penali. Dopo aver scoperto di aver subìto un furto all’interno dell’appartamento, l’anziana proprietaria si era rivolta ai carabinieri. Erano scattate immediatamente le indagini da parte del nucleo operativo radiomobile. Gli investigatori avevano passato al setaccio gli impianti di videosorveglianza della zona. La conoscenza del tessuto criminale sassarese da parte degli uomini dell’Arma aveva consentito in poche ore di attribuire nomi e cognomi ai volti dei due responsabili individuati grazie alle immagini delle telecamere. A distanza di poche ore dal furto era stata eseguita anche una perquisizione nell’appartamento condiviso dai due arrestati. Il blitz aveva sortiva l’effetto sperato, consentendo ai carabinieri di recuperare praticamente tutta la refurtiva e di riconsegnarla all’anziana derubata. (l.f.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome