Padria furto e sabotaggio al ripetitore di Easy Fibra

0
5

Giovedì pomeriggio il raid: tranciati i cavi e portato via il router principale In tilt oltre cento utenze del paese tra le quali la caserma dei carabinieridi Mario Bonu

25 Aprile 2021

PADRIA. È stato un atto di sabotaggio, quello compiuto ai danni del ripetitore telefonico della società Easy Fibra, in territorio di Padria. Lo dice senza mezzi terminiil titolare della ditta Fabrizio Valli, che ha scoperto in tempo reale il danno, grazie al sistema di monitoraggio degli impianti 24 su 24, e che ha immediatamente provveduto a segnalare l’intrusione ai carabinieri. Il fatto si è verificato nel pomeriggio di giovedì 22, «esattamente alle 18,14» precisa Valli. A quell’ora, il sistema di alert della ditta dà come irraggiungibile la postazione di Padria, e nel frattempo arrivano le prime segnalazioni degli utenti sulla mancanza del segnale internet. Valli capisce che ci dev’essere stato qualche problema serio, e così carica in auto, per ogni evenienza, gli apparati di riserva e parte da Alghero per raggiungere il sito di Padria. E non appena arrivato, si rende conto che qualcuno è penetrato nel terreno recintato e chiuso con cancello dove si trovano gli impianti, e soprattutto, è stata forzata la porta dell’armadio dati, e portato via il router principale. Ma non solo: a una più attenta ricognizione, Fabrizio Valli si rende conto che mancano anche gli apparati di controllo della stazione energetica a pannelli solari, e che sono stati tranciati diversi cavi. Immediatamente Valli ha avvisato i carabinieri, che sono prontamente intervenuti sul posto con una pattuglia della Compagnia di Bonorva, e hanno eseguito i rilievi necessari per poter avviare le indagini e risalire all’autore del sabotaggio. Subito dopo, il titolare della Easy Fibra ha provveduto a sostituire le apparecchiature mancanti e a ripristinare tutti gli apparati, per cui intorno alle 20 gli abitanti di Padria hanno potuto riconnettersi a internet.Nel tardo pomeriggio di ieri, poi, Fabrizio Valli era atteso nella caserma di Padria per la formalizzazione della denuncia. L’uomo non riesce a darsi una spiegazione dell’accaduto, anche perché opera a Padria dal 2017 senza che vi sia mai stato alcun tipo di problema. Attualmente – conferma Valli – ho a Padria 115 utenze, fra cui la caserma dei carabinieri, tutte soddisfatte del tipo di servizio offerto dalla mia società, che opera con un sistema di trasmissione con antenne paraboliche, e non ha necessità del cavo Telecom».Lo stesso servizio la Easy Fibra offre in numerosi centri del Nord-Ovest della Sardegna, dove ha superato le 4000 utenze con aziende, scuole, alberghi, forze dell’ordine, enti pubblici, oltre a quelle private. «Il nostro punto di forza – precisa Fabrizio Valli – è quello di arrivare in zone dove gli altri non arrivano. Basta che le parabole “vedano” il nostro ripetitore e riusciamo a fornire dovunque internet a banda ultra larga e telefonia». La Easy Fibra crea l’infrastruttura di base – il ripetitore di norma su un punto elevato – e poi fa lavorare i tecnici locali, che provvedono a installare una parabola per ogni utenza, facendo così arrivare il segnale dati e voce.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome