Porto Torres, vaccini ancora incerti per gli over 80 e i fragili

0
9

Attendono da una settimana la seconda dose e non ci sono garanzie. Alcuni per fare il richiamo hanno preferito andare alla sede di Promocamera di Sassari Gavino Masia

17 Aprile 2021

PORTO TORRES. La campagna vaccinale a Porto Torres è diventata un vero e proprio terno a lotto e a perdere sono sinora le persone ultraottantenni e i soggetti fragili che attendono di essere vaccinati da oltre una settimana. Bocche cucite da parte dell’amministrazione comunale, che non ha fatto sapere alcuna novità in merito ai vaccini dopo l’incontro previsto lunedì scorso con l’Azienda tutela della salute. Non si conosce dunque la data di arrivo delle seconde dosi per gli over 80 e neanche la ventata possibilità che anche la città turritana possa diventare sede di un altro hub vaccinale. Le associazioni di volontariato che hanno fatto da supporto nella fase iniziale della campagna – mettendoci ogni giorno la faccia con gli utenti anziani e i loro familiari – ricevono ogni giorno centinaia di telefonate per avere informazioni dettagliate sulla ripresa dei vaccini. «I familiari degli ultraottantenni ci stanno chiedendo tutti i giorni quando è possibile fare il richiamo del vaccino effettuato due settimane prima – dice la presidente della Consulta del volontariato, Adonella Mellino – e noi ci limitiamo ad informare che la seconda dose verrà inoculata non appena l’Ats ci comunicherà l’arrivo dei vaccini. I familiari, inoltre, si stanno preoccupando che la chiamata dei loro “vecchi” non avvenga in una sede lontano da Porto Torres, considerando il loro stato di salute e la difficoltà di deambulazione».Sono oltre mille le persone che devono ricevere ancora la seconda dose, e la maggior parte di loro deve essere accompagnata dai figli o dai generi nella sede dove si effettua la vaccinazione. «In questi giorni nella nostra sede abbiamo ricevuto centinaia di telefonate – sottolinea il capogruppo Cisom di Porto Torres, Giampaolo Delogu – da parte di utenti che ci chiedevano se la dose dei vaccini per i loro genitori era arrivata: la nostra risposta è stata sempre la stessa da una settimana a questa parte, ossia che non abbiamo ricevuto nessuna notizia in merito alla ripresa della campagna vaccinale». Regna un’incertezza preoccupante su tutto il territorio comunale, quindi, e le uniche proteste sono quelle degli anziani e dei familiari delle persone fragili che non trovano alcun punto di riferimento per poter fare vaccinare i loro cari. Diversi portotorresi hanno scelto di recarsi nella sede della Promocamera di Sassari per farsi vaccinare e alcuni di loro sono stati per ore in fila.In attesa delle dosi di vaccino (si suppone oramai la prossima settimana), in città arriva sabato e domenica la campagna di screening promossa da Regione e Ats Sardegna. L’amministrazione comunale ha deciso di aderire in un secondo momento a seguito di ulteriori accordi con l’Ats e nuove forze organizzative. Lo screening verrà effettuato dalle 8,30 alle 13 e dalle 14 alle 18. Le sedi individuate sono la scuola media Brunelleschi in via Brunelleschi numero 1 e la palestra della scuola Bellieni in piazza Don Minzoni.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome