Castelsardo diventa “Plastic Free”

0
1

Accordo con l’associazione per un programma di sensibilizzazione sull’ambiente
CASTELSARDO. La rocca dei Doria ha aderito al progetto “Plastic Free”, con un protocollo d’intesa siglato dal sindaco Antonio Capula, dall’assessore all’Ambiente Roberto Fiori e la referente locale della Onlus, Stefania Pinna.L’associazione ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare il maggior numero di persone possibile sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, per i suoi effetti devastanti sull’intero ecosistema. Quattro i centri sardi che hanno aderito, con Castelsardo anche Oristano, San Vero Milis e Muravera, che si potranno avvalere della collaborazione dell’associazione Plastic Free in diverse iniziative logistiche e ludiche mirate alla salvaguardia dell’ambiente e alla conservazione del territorio, con l’aiuto di persone che volontariamente, autonomamente e gratuitamente decidono di parteciparvi, iscrivendosi all’associazione. L’accordo è finalizzato a semplificare i passaggi burocratici tra le parti ed a creare un canale di comunicazione diretto, per lo sviluppo dell’associazione sul territorio e il coinvolgimento dei cittadini verso la tematica green. Lo schema di accordo prevede, da parte del Comune, un supporto alle attività di Plastic Free sia offrendo il patrocinio gratuito, negli appuntamenti di raccolta e per le passeggiate ecologiche, che garantendo l’intervento dell’azienda di raccolta rifiuti locale, per il ritiro dei sacchi a fine di ogni iniziativa. «Siamo felici di questo impegno preso con Plastic Free, – sottolineano gli amministratori –, fin dall’insediamento la questione ambientale è stata primaria per noi. Abbiamo già collaborato con enti, quali Abbanoa ed Acciona per i problemi di depurazione della acque che affliggevano la nostra città, ma anche con le associazioni ambientaliste e volontari che hanno a cuore la tutela dell’ambiente. Speriamo che sempre un maggior numero di cittadini seguano l’esempio, perché solo una maggiore attenzione verso l’ambiente può garantirci un domani migliore». «È una nuova occasione per collaborare e prenderci cura dell’ambiente che ci ospita e ci accoglie – die la referente Stefania Pinna –. Non saranno semplici giornate di pulizia, ma la somma di piccole azioni volontarie che diventano una grande rivoluzione, per creare un movimento costruttivo verso la tutela e il rispetto dell’ambiente».Donatella Sini

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome