Rifiuti, prove di dialogo con il sindaco mediatore

0
2

La Cgil: «Bene, ma l’azienda rispetti gli impegni». Cisl, Fiadel e Uil: «Paga la linea del confronto»
SASSARI . Spiragli di luce nel duro braccio di ferro in atto tra sindacati e azienda nella raccolta rifiuti cittadina. Con il sindaco che nei giorni scorsi ha messo tutti intorno a un tavolo per discutere i temi più caldi del confronto: necessità di assumere nuovo personale, avviare la sostituzione di cassonetti e macchinari e fare chiarezza sui turni di lavoro. Prendendo l’impegno di inviare una lettera alla Rti sottolineando le richieste fatte e le date entro le quali devono trovare soluzione.«Un incontro importante e positivo – sottolinea Paolo Dettori della Fp Cgil – anche perché abbiamo registrato con molto favore un cambio di impostazione importante anche perché il sindaco si è detto disponibile a fare da cuscinetto tra le esigenze dell’azienda e dei lavoratori». Rimane però la “sfiducia” nei confronti dell’azienda, e i due giorni di sciopero proclamati per fine mese: «Perché – spiega Dettori – l’azienda continua a sottoscrivere accordi e a fare dichiarazioni scritte e orali di rispetto dei contratti collettivi che poi non rispondono al 90 per cento alla situazione del cantiere di Sassari. E questo genera anche grossi problemi sullo svolgimento del servizio. Auspichiamo che l’intervento, anche duro se lo riterrà, da parte del sindaco possa portare l’azienda a rispettare gli accordi che ha sottoscritto ma mai rispettato». «Tutte le organizzazioni sindacali attendono il mantenimento degli impegni sottoscritti con gli accordi sindacali regolatori dell’organizzazione del lavoro – sottolineano Alessandro Russu della Fit Cisl, Antonio Sias della Uiltrasporti e Roberto Torreni della Fiadel – piano ferie estive, composizione definitiva dei turni, e investimenti sui luoghi e mezzi di lavoro. Abbiamo chiesto un impegno politico esigibile e sulle future assunzioni da concordare quando l’avvio del servizio di gestione rifiuti sarà a regime. Il sindaco ha espresso forte convincimento sul progetto GretasS e apprezzamento sull’impegno sindacale della Fit Cisl, Fiadel e Uiltrasporti che perseguono la linea del dialogo. Ha preso atto di alcuni disagi organizzativi e invitato la Rti ad accelerare rispetto ai piani organizzativi del cantiere. Ha inoltre garantito il massimo supporto ai lavoratori».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome