Bimba resta senza medicine una famiglia le dà il farmaco

0
5

SASSARI. «Una bambina affetta da fibrosi cistica ha rischiato in questi giorni di dover interrompere la terapia a causa del ritardo nell’arrivo nella consegna di un farmaco da parte della Farmacia…
SASSARI. «Una bambina affetta da fibrosi cistica ha rischiato in questi giorni di dover interrompere la terapia a causa del ritardo nell’arrivo nella consegna di un farmaco da parte della Farmacia Territoriale – dice il consigliere del gruppo Udc Cambiamo Antonello Peru – Il danno per l’interruzione anche di un solo giorno sarebbe stato gravissimo perché avrebbe fatto perdere buona parte dei progressi ottenuti in un anno e mezzo di cure. Questa eventualità è stata scongiurata grazie all’aiuto arrivato dalla famiglia di una paziente affetta dalla stessa malattia che ha consegnato una scatola del farmaco e ha consentito di coprire il vuoto di alcuni giorni. È un fatto che non deve più accadere, non solo ovviamente per questo caso specifico ma per tutte le persone affette da patologie gravi e rare».Ieri mattina il caso della bimba sassarese affetta da fibrosi cistica è approdato in commissione Sanità. Il farmaco che assume da un anno e mezzo è un correttore genetico utilizzato per rallentare e tamponare il decorso della malattia. Nei giorni scorsi il padre della bambina si è recato come ogni mese nella farmacia territoriale dove gli vengono consegnati i farmaci per poter effettuare un mese di terapia. Gli è stato comunicato che il farmaco non era disponibile e che era stato effettuato un ordine di urgenza che sarebbe dovuto arrivare entro pochi giorni ma c’era comunque il rischio di dover interrompere la terapia. Rischio scongiurato proprio grazie alla disponibilità dell’altra famiglia che ha consegnato una scatola e ha consentito di coprire i giorni di ritardo. «Non si può parlare di risparmio o di costi elevati quando si tratta di persone che devono assumere farmaci per alleviare le proprie sofferenze. È nostro dovere garantire che non ci siano mai più ritardi. Per quanto riguarda il caso specifico della bambina Il farmaco, infatti, è poi arrivato in tempo per dare continuità alle cure».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome