Assegnati per errore ad Abbanoa i 400mila euro del depuratore

0
4

SILIGO. Sono “saltati fuori” i 400mila euro per la riqualificazione del depuratore, che la vecchia maggioranza aveva sostenuto di aver lasciato in eredità alla nuova, e di cui i nuovi amministratori,…
SILIGO. Sono “saltati fuori” i 400mila euro per la riqualificazione del depuratore, che la vecchia maggioranza aveva sostenuto di aver lasciato in eredità alla nuova, e di cui i nuovi amministratori, a parte una comunicazione dell’Egas del 2018, avevano detto di non aver trovato alcuna altra traccia fra gli atti amministrativi del Comune. La spiegazione sta nella determinazione dell’Ente di governo dell’ambito Sardegna n. 15 del 26 gennaio 2021. Con quell’atto si chiarisce che, con un provvedimento precedente dello stesso Egas, i 400mila euro per il depuratore di Siligo in realtà erano stati impegnati «per mero errore materiale a favore del gestore Abbanoa Spa in luogo dell’effettivo soggetto attuatore dell’intervento, da individuarsi nel Comune di Siligo». Con la stessa determina, pertanto, viene rettificato l’impegno di 80mila euro, già assunto a favore di Abbanoa, con reimputazione a favore del Comune, e vengono impegnati a nome dello stesso ente locale ulteriori 320mila euro, che in totale fanno i 400mila di cui parlava la minoranza.Ma non solo, con la stessa determinazione del 26 gennaio viene programmato un ulteriore contributo a favore del Comune di 260mila euro, da impegnare nel 2021. Avevano ragione entrambi i “contendenti”, dunque: sia la minoranza (ex maggioranza) che rivendicava i 400mila euro, sia l’attuale maggioranza che non aveva trovato alcun atto ad essi inerenti, visto che fino allo scorso 26 gennaio quei fondi erano stati erroneamente messi in capo ad Abbanoa. «La verità prevale sempre» dice soddisfatto l’ex sindaco Mario Sassu. Mario Bonu

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

#Sassari #lanuovasardegna #cronaca #vivisassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome