Piu, Progressisti:”A Sassari edilizia popolare in crisi, rafforzare la struttura e fondi per lavori”

0
4

Sassari. Organici ridotti all’osso, migliaia di alloggi da gestire e un dirigente ad interim che sta a Cagliari. Il risultato è che il distretto di Sassari dell’Azienda regionale per l’edilizia abitativa (Area) non riesce a svolgere il proprio ruolo, con conseguenze pesantissime per chi vive nelle oltre 6000 abitazioni dislocate in città e nel territorio provinciale.La situazione arriva in Consiglio regionale con un’interrogazione di Antonio Piu: «In particolare a Sassari», spiega il consigliere dei Progressisti, «l’edilizia popolare nei quartieri di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa è caratterizzata da uno stato di grave degrado delle strutture abitative. I residenti sono costretti a vivere in condizioni di mancanza di sicurezza, in carenza di salubrità e di decoro degli alloggi: quelli gestiti da Area non ricevono adeguata manutenzione da numerosi anni e si trovano in condizioni fatiscenti, con continui distaccamenti di calcinacci ed evidenti segni di usura delle strutture portanti. Non parliamo di manutenzioni straordinarie: gli abitanti lamentano da tempo la mancanza di qualsiasi intervento, anche ordinario, in grado di assicurare il superamento di un perdurante stato di degrado, di insicurezza e di incuria»«Non è più rinviabile», sottolinea Piu nell’interrogazione, «la predisposizione di un piano adeguato di ristrutturazione degli alloggi gestiti dall’Azienda Regionale per l’Edilizia Abitativa: serve uno stanziamento importante di risorse pubbliche, ma è anche indispensabile procedere al rafforzamento della struttura organizzativa del Distretto di Sassari che attualmente dispone di un organico totalmente insufficiente. Il presidente e la Giunta regionale devono intervenire in questa direzione».

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome