Asinara, la tartaruga Pollicina torna a “casa”

0
5

E’ ritornata a “casa” la tartaruga Pollicina, dopo 9 giorni di cura nel Centro recupero di animali marini all’Asinara. Piano piano ha ripreso a nuotare nelle acque limpide della splendida spiaggia dell’Ossario dell’isola parco, davanti ai militari della Capitaneria di Porto Torres che avevano contribuito all’operazione di soccorso dell’esemplare di caretta caretta, rinvenuto nel golfo dell’Asinara all’interno del sacco dello strascico del peschereccio Albatros di Lorenzo Nieddu, il pescatore che ha tempestivamente segnalato la cattura accidentale alla Guardia costiera.

A quel punto lo staff del centro di ospedalizzazione Crama a bordo della motonave Cp 810, aveva raggiunto a circa tre miglia a nord dall’entrata del porto commerciale il peschereccio per recuperare la giovane tartaruga di soli 7 chili di peso. In questi giorni gli operatori del Crama insieme al veterinario Giovannantonio Pilo, hanno assistito e coccolato Pollicina immersa in vasca dove ha sempre nuotato in maniera corretta, con allineamento ottimale sul fondo e capacità di apnea molto prolungata.

Giorni pieni di attenzione per l’animale che ha ritrovato la libertà davanti agli agenti della Forestale e a coloro che avevano collaborato a salvarla. Dal 2005, ad oggi, sono stati curati oltre 100 esemplari, di cui il 27 per cento ritrovato in stato di galleggiamento a seguito di ingestione di materiale plastico, e il 37 per cento a seguito di intrappolamento in reti da pesca e ingestione di ami da pesca.

continua a leggere su: L’Unione Sarda

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome