Zenga, la ex moglie: “Chieda scusa ai figli Nicolò e Andrea, padre assente”

0
10

Fa ancora discutere il difficile rapporto tra Walter Zenga e i figli Andrea e Nicolò, entrambi avuti con la seconda moglie, Roberta Termali (la prima moglie dell’ex tecnico rossoblù, Elvira Carfagna, è madre di Jacopo).

Due ex dell’Uomo Ragno, intervistate dal settimanale Chi, vanno all’attacco.

“Sono 24 anni che ci siamo lasciati. Non ho nulla da dire se non che Walter dovrebbe chiedere scusa per primo a Nicolò, che ha sofferto di più e ha dovuto proteggere il fratello Andrea, che ara più piccolo”, afferma Roberta Termali.

“Entrambi i ragazzi lavorano e si fanno il mazzo. Niki lavora in un’azienda, Andrea prima del Gf Vip faceva l’agente immobiliare. Il loro padre non c’era e l’ho trovato davvero ingiusto. Si parla di rapporti umani, di sofferenza e di cuore. E da madre non posso dire altro che guai a chi fa soffrire i miei figli, divento una tigre, mi butterei nel fuoco per loro”.

Hoara Borselli ricorda il rapporto conflittuale di Zenga con i figli, ma in parte difende l’allenatore: “Io mi ricordo di quegli anni, soffrivano da entrambe le parti. Tanto. Quando io sono stata con Walter lui aveva iniziato a fare l’allenatore in giro per il mondo, l’enorme distanza non ha certo aiutato”.

A inizio mese le pesanti accuse dei figli dell’Uomo Ragno. “Non c’è stato nelle cose importanti della mia vita, l’ho incontrato al matrimonio di mio fratello dopo 14 anni senza vederlo. Ci siamo solo salutati. Nei momenti importanti della mia vita, e lo dico senza cattiveria, lui non c’era. C’erano mia madre e mio fratello”.

“Parla della mia vita quando la tua sarà d’esempio”, la replica al vetriolo di Walter Zenga. E domani, venerdì 29, è attesa la resa dei conti per l’ex portiere entrerà nella casa del Gf Vip.

Pochi giorni dopo Nicolò, intervistato da Barbara D’Urso, ha raccontato un episodio: “Un pomeriggio gli ho detto quanto ho sofferto la sua assenza e mi ha risposto che non ero nessuno per poter giudicare la sua vita e non potevo permettermi di criticarlo. Ha aggiunto che adesso aveva una nuova famiglia ed era giusto che pensasse solo a loro. Mi ha chiesto addirittura se avessi mai pensato di cambiare cognome”. (Unioneonline/L)

continua a leggere su: L’Unione Sarda

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome