Sassari, inaugurati trenta nuovi posti in Terapia intensiva Covid FOTO

0
2

Proprio nel giorno in cui arriva la notizia della Sardegna in zona arancione anche per il superamento della soglia limite dei posti in Terapia intensiva, fissata al 30%, a Sassari si tiene l’inaugurazione di trenta nuovi posti letto in Rianimazione.

Ad accompagnare le autorità, tra cui il presidente della Regione Christian Solinas, nel nuovo reparto dell’Azienda ospedaliero-universitaria, allestito nella “Stecca bianca” al piano terra della struttura di viale San Pietro, sono stati il commissario straordinario dell’Aou Antonio Lorenzo Spano, il direttore amministrativo Rosa Maria Bellu e il direttore sanitario Bruno Contu.

nuova terapia intensiva covid a sassari

Nuova terapia intensiva Covid a Sassari
all inaugurazione anche il presidente christian solinas

All’inaugurazione anche il presidente Christian Solinas
conclusi gli ultimi interventi

Conclusi gli ultimi interventi
i lavori sono stati ultimati a tempo di record

I lavori sono stati ultimati a tempo di record
la superficie di circa 1 300 mq

La superficie è di circa 1.300 mq
presto saranno trasferiti i primi pazienti

Presto saranno trasferiti i primi pazienti
le autorit presenti

Le autorità presenti
(tutte le foto sono ufficio stampa ras)

(Tutte le foto sono Ufficio Stampa Ras)

di


I lavori nella struttura, che ha una superficie di circa 1300 mq, sono stati ultimati a tempi record. I lavori edili di adeguamento si sono conclusi il 6 gennaio, cioè dopo soli 30 giorni dal loro avvio e come previsto dalla delibera di Giunta regionale 58/3 del 20 novembre 2020 (piano dei 40 giorni). La conclusione dei lavori edili ha dato il via agli interventi di allestimento.

“Si realizza una struttura capiente e moderna – le parole del presidente Solinas – con il meglio della tecnologia presente. Oggi servirà per affrontare l’emergenza Covid e ci auguriamo che molto presto possa essere dedicata all’attività clinica dell’Università e a tutti i reparti che offrono assistenza sanitaria al nord-ovest della Sardegna”.

“Un risultato non facile da ottenere in così poco tempo – commenta l’assessore alla Sanità Mario Nieddu – e che rispetta gli impegni presi con l’adozione del Piano regionale dell’emergenza. Con la realizzazione del nuovo reparto abbiamo centrato due importanti risultati: il potenziamento della terapia intensiva del nostro sistema sanitario, in risposta alla pandemia, e il rilancio di un progetto arenato da oltre sei anni. Questo consentirà, conclusa l’emergenza, di restituire un reparto moderno a servizio dell’area sassarese e non solo”.

Finita la pandemia, infatti, seguirà una ulteriore fase di lavori che porterà la Rianimazione alla sua conformazione definitiva, con 23 posti letto.

Il trasferimento dei primi pazienti dalle terapie intensive Covid del Palazzo Clemente e delle Malattie infettive avverrà nel più breve tempo possibile.

(Unioneonline/D)

continua a leggere su: L’Unione Sarda

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome