Muro a rischio crollo a Sant’Orsola

0
25

Il comitato di quartiere: «Il Comune intimi ai privati di metterlo in sicurezza»
SASSARI. Ingresso pericoloso per i residenti di Sant’Orsola storica. Che assistono impotenti al quotidiano sgretolamento degli alti muri di tufo che costeggiano la strettoia all’ingresso del quartiere, nel tratto che precede il passaggio a livello della linea ferroviaria Sassari-Porto Torres. I casntoni infatti perdono pezzi, e la situazione è ulteriormente peggiorata in queste settimane di pioggia furiosa. E la paura, oltre ai detriti che invadono la sede stradale, deriva da concreto rischio di uno smottamento dei terreni sovrastanti, “contenuti” dal malconcio muro.A chiedere l’intervento dell’amministrazione è il Comitato Cittadino per Sant’Orsola e il suo presidente Francesco Piras. Comitato che chiede a Palazzo Ducale, oltre a un immediato intervento sui privati proprietari del muro di cinta per intimargli di mitigare il rischio, di togliere dal cassetto un progetto di allargamento della strada di accesso al popoloso quartiere.«A preoccuparci – spiega – è il fatto che i cantoni di tufo che trattengono il terreno sovrastante si sono deteriorati fino a sgretolarsi fino al punto da comprometterne la stabilità. Le piogge incessanti delle ultime settimane hanno ulteriormente contribuito ad aggravare la situazione rendendo ancora più evidente la debolezza della struttura che presenta anche delle infiltrazioni d’acqua. Per salvaguardare l’incolumità pubblica e evitare disagi ai tanti cittadini e residenti che quotidianamente percorrono questa strada il Comitato auspica un pronto intervento dell’Amministrazione chiedendo al privato la messa in sicurezza del muro».«Altro aspetto forse ancora più importante per la sicurezza e mobilità dei residenti – continua Francesco Piras – è la mancanza di un qualsiasi marciapiede sullo stesso tratto di strada. Chiunque si trovi a percorrerlo lo fa a suo rischio e pericolo. La precedente amministrazione comunale aveva iniziato ad interessarsi al problema redigendo un progetto di fattibilità determinandone anche gli importi necessari all’esecuzione dell’opera. Da sempre il Comitato ne chiede insistentemente la realizzazione». (g.bua)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome