Sanità nel Sulcis: «Adesso basta»

0
3

Red
9:41

Sanità nel Sulcis: «Adesso basta»

«Restituite la dignità alla sanità del Sulcis Iglesiente», è la richiesta inviata dal coordinatore regionale Gianfranco Angioni a nome del Direttivo dell´Usb Pubblico impiego settore sanità, al presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas, all´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu e al commissario dell´Assl Carbonia

CARBONIA – La Usb/Sanità denuncia «la pessima gestione dei vertici Asl 7 sull’emergenza Covid-19. Nello specifico, si pone l’attenzione sul fatto che nel mese di luglio è stato sancito un accordo tra sindaci e Regione, che individuava come sede del reparto Covid l’Ospedale “Santa Barbara” di Iglesias; Presso l’ospedale “Sirai” di Carbonia doveva essere istituito il reparto di Area grigia, zona filtro importantissima che aveva la finalità di accogliere i pazienti per il tempo necessario ad escludere con certezza una infezione da Covid 19, per poi destinarli nel reparto appropriato. Purtroppo, la mancata riorganizzazione di una rete sanitaria territoriale ha fatto si che, nel momento del manifestarsi dell’emergenza si palesasse la reale entità del depauperamento strutturale ed organizzativo perpetrato in tutti questi anni». A denunciarlo è il coordinatore regionale Gianfranco Angioni che, a nome del Direttivo dell’Usb Pubblico impiego settore sanità, ha inviato una missiva al presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas, all’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu e al commissario dell’Assl Carbonia
«Un’organizzazione mirata ai bisogni e alla necessità della popolazione avrebbe sicuramente permesso di preservare l’unico Ospedale del Sulcis-Iglesiente per curare tutte le altre patologie e ridimensionare l’epidemia da Covid nel Sulcis. Tutta questa pianificazione non è stata attuata dalla dirigenza Asl 7, così dal mese di ottobre i pazienti positivi al Covid-19 stazionavano in Pronto soccorso, luogo non adeguato per tale emergenza. Si fa presente la scelta scellerata dell’unificazione dei reparti di Chirurgia e Urologia – sottolinea Angioni – gli stessi sono stati smembrati ed accorpati per creare l’Area grigia, un reparto mai decollato. Il mese di dicembre ha visto la situazione degenerare, con dei focolai in Medicina, Chirurgia e Traumatologia. In buona sostanza, a causa di questa pessima gestione, non solo sono stati ridimensionati interi reparti che garantivano le cure ai cittadini del territorio, ma è stato disatteso il piano regionale di riorganizzazione della rete ospedaliera in emergenza al Covid-19».
«In questo drammatico contesto d’emergenza, acuito dalla grave e annosa carenza di personale infermieristico e oss, è stato messo a dura prova il lavoro del personale sanitario sempre più stremato da eccessivi carichi di lavoro non di meno sono state messe a rischio le attività assistenziali rivolte agli ammalati. Tragicomico il piano vaccinazione: mentre l’ospedale Sirai si trova in una situazione di grave emergenza sanitaria ed è il presidio ospedaliero più colpito dal contagio, pare che le vaccinazioni siano iniziate ad Iglesias. Sono note inoltre le vicende dei privilegi vaccinali oramai all’attenzione delle autorità giudiziarie. Per quanto esposto – conclude il coordinatore regionale del sindacato – l’Usb valuterà l’opportunità di segnalare alla Magistratura queste situazioni e nel contempo pretende dall’assessore delle risposte a queste domande: Perchè non è stato attuato il piano di riorganizzazione sanitaria regionale del 9 luglio 2020? Perchè non è stata istituita in tutti questi mesi l’Area grigia? Perchè le vaccinazioni sono partite da Iglesias e non dal centro più colpito (Carbonia)? Perchè non sono state potenziate le dotazioni organiche per l’emergenza straordinaria?».

Commenti

14/1/2021

Di seguito la testimonianza di una paziente ricoverata presso le cliniche mediche di Sassari, al centro di un nuovo focolaio covid. Ecco il suo drammatico racconto

7:19

«Ad ottobre avevamo segnalato che non erano ancora stati individuati percorsi “sigillati” per tutelare i pazienti ed operatori sanitari. Ecco il risultato: un nuovo focolaio Covid in Clinica Medica. Di questo passo, la pandemia verrà bloccata con molte difficoltà», denuncia la segretaria territoriale della Fsi Mariangela Campus

17:04

A Sassari le persone positive al coronavirus sono 363, di cui 28 nuovi casi rispetto a ieri. Dai dati forniti dalla piattaforma emerge che in una settimana sono stati individuati a Sassari 225 nuovi positivi

16:55

260 i nuovi casi. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.891. 510 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 50 i pazienti in terapia intensiva

14/1/2021

La maggior parte dei pazienti sarebbero già stati trasferiti in reparti Covid. Sono i numeri, parziali in quanto si attendono nuovi esiti, del nuovo focolaio scoppiato nell´Aou di Sassari

17:03

Sono ufficiali le informazioni sulla presa di Servizio di Leonardo Murgia (terzo pediatra ad aver ricevuto l´incarico nell´ambito di Sassari) e di Paola Murgia (nell´ambulatorio di Porto Torres)

21:24

«Serve subito la riorganizzazione della specialistica chirurgica ortopedica, in questa situazione il Brotzu rischia l´implosione». E´ la denuncia del responsabile regionale dell´Usb Sanità Gianfranco Angioni, presentata al presidente della Regione Sardegna, all´assessore regionale alla Snaità e al commissario straordinario dell´Arnas Osb

15/1/2021

E´ polemica infuocata sulle vaccinazioni nei territori di Alghero e Sassari. Mulas (FdI) replica a Manca (M5s): «non conosce la materia, inizi a studiare»

14/1/2021

Dopo settimane d´inspiegabile silenzio, arriva il dato delle persone attualmente risultate positive nella città di Alghero: è triplicato. L´annuncio del sindaco Conoci su dati ufficiali Ats

13/1/2021

Continua a fare rumore nel mondo politico cittadino l´accusa lanciata dal consigliere regionale pentastellato sulla “differenza di trattamento” in materia di quantitativi di vaccini tra Alghero e Sassari. Ecco la risposta piccata del Direttivo cittadino della Lega Alghero, compagni di partito del presidente del Consiglio regionale Michele Pais

14/1/2021

S´infiamma la polemica sui vaccini sommistrati prima ad alcuni operatori algheresi piuttosto che nella città di Sassari, la più colpita dalla panemia. Desirè Manca (M5s), replica al presidente della Commissione comunale sulla Sanità di Alghero Christian Mulas (FdI)

13/1/2021

In una settimana, si sono chiuse le somministrazioni per tutto il personale aziendale e ieri anche quelle per i lavoratori delle ditte esterne che lavorano in ospedale

13/1/2021

Il presidente della Commissione Sanità del Comune di Alghero risponde all´intervento del consigliere regionale, che ha posto sull´accento sulla “differenza di trattamento” da parte della Regione nella suddivisione dei vaccini anti-Covid nei Comuni dell´Isola

30/12/2020

496 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 44 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva

29/12/2020

Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti

16 gennaio 14 gennaio 15 gennaio

leggi l’articolo su: Sassari News

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome