Sedini, addio a suor Maria Concetta Mustacciu

0
6

La stimata missionaria della Congregazione delle Figlie della Chiesa stroncata dal Covid in Turchia
SEDINI. Nei giorni scorsi si è spenta in Turchia, stroncata dal Covid, suor Maria Concetta Mustacciu, di Sedini, missionaria della Congregazione delle Figlie della Chiesa. Dal 2013 viveva a Tarso, la città di San Paolo, come madre superiora della piccola comunità “Mater Gentium”. La religiosa era molto stimata ed apprezzata da tutte le persone che aveva avuto modo di incontrare durante la sua lunga missione, per la sua grande disponibilità e capacità di ascoltare e accogliere sempre tutti con il suo immancabile sorriso. Era nata a Sedini il 23 aprile del 1948 ma ebbe subito dei gravi problemi di salute tanto che venne battezzata immediatamente. Invece si salvò e i genitori promisero nelle loro preghiere che avrebbero favorito la sua consacrazione al Signore. E così la giovane suor Maria Concetta, iniziò davvero il suo cammino religioso che la portò prima a Roma (nel 1969) e poi in missione a Nicotera, a Salerno, a Lourdes, ad Alghero, a Sanremo, dove operò intensamente per un ventina d’anni nella parrocchia di San Siro, poi a Mestre, a Nuoro ed infine, dal 2013, in Turchia dove insieme a due consorelle, uniche cristiane a Tarso, custodiva con la testimonianza, la preghiera e la carità, i luoghi paolini. Raccontava di Gesù ai turisti giunti a visitare la chiesa-museo dedicata a San Paolo, offrendo accoglienza alle comitive di pellegrini che chiedono di poter celebrare la liturgia eucaristica. Nel 2019 in occasione del 50 anni di professione religiosa era tornata a Sedini dove con una solenne e commovente cerimonia rinnovò la sua sequela a Cristo, il suo voto, al parroco don Luciano Brozzu. La comunità ebbe così modo di conoscerla ed apprezzarla e la notizia della sua scomparsa ha scosso profondamente il paese. Don Luciano le intitolerà la sala parrocchiale. Tornata in Turchia continuò la sua missione di soccorso ai poveri e negli ultimi mesi soprattutto a quanti erano in stato di maggior bisogno a causa della pandemia, distribuendo vestiti che lei stessa lavava e rammendava insieme ai viveri della Caritas Turchia.La salma della religiosa è ora ad Istanbul e nei prossimi giorni verrà traslata a Sedini, paese di nascita e luogo dove lei stessa aveva chiesto di tornare una volta che il Signore la avesse chiamata a se.Mauro Tedde

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome