Marina di Sorso: sequestrato cantiere forestale

0
2

Red
22:08

Marina di Sorso: sequestrato cantiere forestale

Dopo un controllo sulle attività selvicolturali in atto nella pineta, effettuato dal personale del Corpo forestale del Servizio Ispettorato di Sassari, coadiuvato dalla locale Stazione forestale, è stato disposto il sequestro dell’intera area dei lavori (ricadenti nei “blocchi” 32 e 33) per una superficie complessiva di circa 20ettari

SORSO – Dopo un controllo sulle attività selvicolturali in atto nella pineta della Marina di Sorso, effettuato dal personale del Corpo forestale del Servizio Ispettorato di Sassari, coadiuvato dalla locale Stazione forestale, è stato disposto il sequestro dell’intera area dei lavori (ricadenti nei “blocchi” 32 e 33) per una superficie complessiva di circa 20ettari. L’intera area (circa 352ettari) è ricompresa all’interno del Sito di interesse comunitario “Stagno e ginepreto di Platamona”. La gran parte dei terreni (circa 274ettari) appartengono all’Accademia Sgr, una società di gestione del risparmio italiana specializzata nella promozione e gestione di fondi immobiliari, del Gruppo Banca del Sempione.
Il progetto complessivo del piano di gestione selvicolturale pluriennale, prevedeva diradamenti finalizzati alla conservazione, manutenzione e miglioramento del popolamento forestale del pino domestico, da attuarsi attraverso il prelievo di una parte minoritaria del soprassuolo forestale. L’attività era stata autorizzata dal Corpo forestale e dal Servizio di valutazione ambientale, secondo le previsioni progettuali e prescrizioni ben precise. Prescrizioni, completamente e gravemente disattese dalla ditta esecutrice dei lavori. Nel corso delle attività di controllo, eseguite mercoledì, i Forestali hanno riscontrato gravissime difformità rispetto a quanto autorizzato. In particolare per quanto attiene al numero delle piante abbattute e ai conseguenti quantitativi di legname.
Secondo una prima stima, rispetto a quanto previsto in progetto, sarebbero state abbattute piante per un equivalente in peso quasi doppio, su una superficie di circa 20ettari. Inoltre, non sarebbero state rispettate le linee di indirizzo relative all’accantieramento dei lavori, con l’uso improprio dei mezzi nel sistema dunale per favorire il passaggio e l’esbosco e la mancanza totale di una direzione dei lavori. Il direttore del Servizio Ispettorato di Sassari Giancarlo Muntoni, che ha coordinato personalmente l’intervento, ha dichiarato: «L’intera area è classificata come di rilevante interesse paesaggistico e, in quanto tale, sottoposta a vincoli di tutela dal Piano paesaggistico regionale e da quelli imposti per le aree Sic, oltre che dal D.lgs n.42/2004. Abbiamo riscontrato gravi inadempienze nella esecuzione dei lavori e evidenti difformità a quanto previsto in progetto e autorizzato dalle competenti istituzioni. L’obiettivo della tutela del territorio, sotto l’aspetto ambientale, è a garanzia della salvaguardia della salute e di uno sviluppo sostenibile. Non può essere accettata una attività antropica sull’ambiente, come quella posta in essere a Platamona, che non sia più che rispettosa degli indirizzi e delle buone pratiche selvicoltural». Ora, seguirà la notizia di reato alla competente Autorità giudiziaria, con l’individuazione dei diversi responsabili.

15:18

Provvidenziale l´intervento dei tecnici del comune di Alghero e dei vigili del fuoco in via Arduino, nel cuore del centro storico. Problemi di stabilità tra il secondo e terzo piano di una vecchia palazzina

11:03

Un 49enne di Bari Sardo, sorpreso alla guida di un autocarro in evidente stato ebbrezza, ha rifiutato l’accertamento dell’alcoltest, è stato denunciato. Ritirati i documenti di guida e sequestrato il veicolo

13/1/2021

I Carabinieri della Stazione di Bortigali, concluse le indagini del caso, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Oristano, per truffa in concorso, un 33enne, un 59enne e un 53enne

15:01

Durante la notte tra giovedì e venerdì, i Carabinieri della Compagnia di Bono hanno elevato undici contravvenzioni tra Bono e Burgos. Proposta anche la sospensione dell´attività per un bar di Burgos

13/1/2021

Al termine delle indagini scattate dopo una denuncia, i Carabinieri della Stazione di Bosa hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Oristano un 41enne responsabile del reato di truffa e minacce

13/1/2021

In casa sono stati trovati 40grammi di marijuana e, nel contesto, dopo un controllo delle armi regolarmente detenute, è stato constatato che un fucile sovrapposto denunciato in quel domicilio era stato trasferito in altro luogo, senza la prescritta comunicazione all´ufficio di Pubblica sicurezza

Irruzione vandalica nei giorni scorsi all´interno dell´ex Circolo Marinai, Combattenti e Reduci nel cuore di Alghero. Rotto il lucchetto e sfondati i portoni. L´immobile, perso il contributo regionale di 500mila euro per la rigenerazione urbana, si trova da anni in totale abbandono. Sarà riqualificato quando partiranno i lavori di restauro complessivi del Palazzo Civico. Le immagini

13/1/2021

La truffa consisteva nel proporsi quali operatori di una compagnia assicuratrice proponendo tariffe estremamente vantaggiose e facendosi versare somme di denaro per l’attivazione di contratti assicurativi Rca inesistenti

13/1/2021

Lunedì sera, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura di Sassari un 34enne, già noto alle Forze dell´ordine, che ha violato il divieto di incontro con persone estranee al proprio nucleo familiare imposto dalla misura dell’obbligo di dimora a cui è sottoposto

13/1/2021

Ieri, i Carabinieri della Stazione di Ossi, al termine delle indagini del caso, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della repubblica di Sassari, per tentato furto in abitazione in concorso, tre uomini e una donna di origine Rom: un 51enne, un 35enne, un 29enne e una 27enne

15 gennaio 14 gennaio 15 gennaio

leggi l’articolo su: Sassari News

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome