Porto Torres, il sindaco: “Una cittadella come sede istituzionale”

0
4

“Uno spreco lasciare un edificio di pregio nel degrado”. Il sindaco Massimo Mulas non ha dubbi sul trasferimento della sede istituzionale nel Palazzo del Marchese, uno dei più importanti stabili dell’Ottocento presenti a Porto Torres, già in passato sede di rappresentanza del comune e poi, durante la giunta Wheeler, destinato ad eventi e manifestazioni periodiche.

“Su quell’immobile si sono investiti dei denari – ha aggiunto il primo cittadino – pertanto intendiamo restituirgli dignità, un luogo dove non si esercita il potere ma funzioni al servizio della collettività”. Affacciato sul corso Vittorio Emanuele, è soltanto uno dei “gioielli preziosi” che si intendono valorizzare, uno dei tanti immobili sui quali l’amministrazione vuole investire “per creare una cittadella comunale, un unico edificio che racchiuda tutti i servizi dell’Ente, attraverso la ristrutturazione degli stabili di pregio in grado di ospitare gli uffici del comune”.

Un progetto ancora in fase embrionale, con un primo tassello: il Palazzo del Marchese come sede del sindaco e del suo staff, con uffici di alcuni assessorati. L’immobile che ospita il museo Andrea Parodi necessita di alcuni interventi strutturali capaci di renderlo fruibile, lavori per i quali la scheda della Rete Metropolitana mette a disposizione 355mila euro, risorse stanziate dalla Regione, e con la gara per l’affidamento della progettazione già avviata.

continua a leggere su: L’Unione Sarda

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome