Massaggi a luci rosse nel centro estetico a Sassari, i racconti in aula

0
30

Due cinesi accusate di aver favorito la prostituzione
SASSARI. È stato chiamato in aula per dar conto dei dettagli di quelle prestazioni che venivano offerte ai clienti di un centro estetico gestito da alcune donne di nazionalità cinese finite a processo per falso e per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Il testimone ieri ha dovuto suo malgrado raccontare al pm e ai giudici in cosa consisteva il massaggio che veniva praticato in uno dei centri estetici cittadini sui quali i carabinieri del Nas misero i sigilli dopo accurate indagini. L’uomo nella sua deposizione ha confermato che in sostanza in quel centro si andava ben oltre il massaggio per eliminare una contrattura alla schiena o un dolore cervicale.A praticarlo erano donne di nazionalità cinese che secondo l’accusa sarebbero state sfruttate nell’ambito di un giro di prostituzione che alcuni anni fa aveva interessato diversi centri estetici gestiti da cinesi tra Sassari e Alghero, tutti sequestrati dai carabinieri. Le due imputate devono rispondere anche del reato di falso per essersi procurate un titolo fittizio che sarebbe servito a ottenere l’autorizzazione per l’apertura del centro. Il titolo era quello dell’abilitazione alla professione di estetista.Nel 2016 i militari accertarono che in alcune attività venivano “erogati” favori sessuali con ritocco alle tariffe ufficiali dei centri estetici. Una clientela sempre più vasta che in poco tempo era cresciuta non solo per l’insistente pubblicità su alcuni siti internet e sui giornali ma anche e soprattutto per il passa parola dei frequentatori. In quell’occasione furono denunciate tre donne che avrebbero impiegato loro connazionali in qualità di massaggiatrici che – oltre ai massaggi effettuati senza alcuna abilitazione professionale – offrivano ed effettuavano ai clienti prestazioni sessuali in cambio di somme di denaro (aggiuntive rispetto a quanto previsto dalle tariffe dei centri estetici).Il presidente del collegio ha rinviato a marzo per la discussione delle parti e poi ci sarà quasi certamente un ulteriore rinvio per la sentenza. (na.co.)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome