Pensionato trovato morto in casa

0
259

Gli agenti sono entrati da una finestra perché il 78enne non rispondeva
SASSARI. Da due giorni non dava sue notizie e non rispondeva più al telefono. Sono stati gli assistenti sociali ieri mattina a far scattare l’allarme per un pensionato di 78 anni che viveva solo in un appartamento in via dei Corsi.L’uomo aveva qualche problema di salute e anche per questo, non avendo nessuno che lo assistesse, era seguito dagli assistenti del Comune. Dopo due giorni di silenzio ieri mattina si è deciso di intervenire. I vicini di casa avevano visto attraverso una persiana aperta che l’uomo era in casa, sul letto della camera da letto, ma nonostante i ripetuti tentativi non aveva mai risposto al telefono. Gli agenti della polizia locale hanno chiesto l’ausilio dei vigili del fuoco e sono corsi sul posto. Attraverso una scala posta sul retro dell’abitazione in via Sant’Appollinare gli uomini del comando di via Carlo Felice sono riusciti a entrare nell’appartamento da una finestra. Purtroppo una volta dentro casa si sono resi conto che per il pensionato non c’era più niente da fare. Sul posto sono arrivati poco dopo il medico di famiglia e il medico di legale incaricato dalla Procura della Repubblica che ha aperto un’inchiesta per far luce sulla vicenda.Il magistrato di turno, il sostituto procuratore Enrica Angioni, ha disposto il sequestro del corpo eha dato incarico al medico legale di eseguire l’autopsia. L’uomo prendeva dei farmaci per alcuni problemi di salute e per questo la Procura vuol capire quale sia l’esatta causa della morte.È il secondo anziano che viene trovato morto in casa nel centro storico in appena quattro giorni. Venerdì mattina gli agenti della polizia locale erano intervenuti per un episodio analogo in via Munizione Vecchia.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome