Cra Alghero, focolaio azzerato

0
5

Il 2021 comincia con uno spiraglio beneaugurante, che giunge dagli ultimi dati sul contagio da Covid.19: sono tutti negativi sia gli ospiti, sia gli operatori della struttura ospitata nell’ex Ostello della gioventù di Fertilia

ALGHERO – Dopo settimane di paure, inadempienze, ritardi e polemiche, finalmente buone notizie dal Centro residenziale anziani di Alghero. Infatti, il 2021 comincia con uno spiraglio beneaugurante, che giunge dagli ultimi dati sul contagio da Covid.19: sono tutti negativi sia gli ospiti, sia gli operatori della struttura ospitata nell’ex Ostello della gioventù di Fertilia.
Un momento importante per una struttura che, in questi mesi, è stata al centro di polemiche e che ha visto diventare un vero e proprio focolaio. Complessivamente quattro gli ospiti deceduti, con un doppio lutto il 21 novembre [LEGGI] dopo quelli del 9 [LEGGI] e del 15 [LEGGI]. Ventidue i pazienti positivi il 30 novembre [LEGGI], con l’aggiunta di sette operatori i positivi il 3 dicembre [LEGGI], che diminuirono complessivamente a venti sei giorni dopo [LEGGI] (i risultati del primo giro di tamponi arrivò con grave ritardo). Dei due ospiti attualmente ricoverati, uno è rientrato nella struttura, in quanto negativizzato, mentre l’altro è ricoverato in lungodegenza nell’ospedale di Ittiri.
«Un aspetto che ci fa tirare un sospiro di sollievo, ma che ci deve indurre a tenere alta la guardia nell’attesa dei vaccini anche per gli ospiti e gli operatori delle case di riposo algheresi – commentano il sindaco Mario Conoci e l’assessore comunale Maria Grazia Salaris – Per i cinquantuno anziani e per i settanta operatori del Centro, una tregua, quindi. «Siamo sicuri – chiosano Conoci e Salaris – che anche per quanto le vaccinazioni per le case di riposo, l’equipe dei sanitari di Alghero saprà intervenire con stessa celerità e prontezza che ha messo in atto nelle vaccinazioni appena eseguite per gli operatori del nostro ospedale».

Commenti

leggi l’articolo su: Sassari News

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome