Scuola sicura, video conferenza su botti e petardi

0
1

Si è rinnovata la collaborazione tra la media “Farina” e l’associazione vigili del fuoco in congedo
SASSARI. Un vecchio detto recita che chi ha fatto il vigile del fuoco poi rimane tale per sempre. Una missione che va avanti anche una volta raggiunta la pensione. Ed è questo il compito dell’Associazione nazionale vigili del fuoco che ha la sua sede anche a Sassari e – tra le attività – svolge anche quella di informare e formare in stretto rapporto con le scuole. Così anche quest’anno (ormai sono 10), con l’approssimarsi delle festività natalizie, si è rinnovata la collaborazione con la dirigenza della scuola media n. 2 “Salvatore Farina” per proseguire il percorso informativo e formativo sulla sicurezza, in particolare sull’uso dei fuochi d’artificio, dei botti e petardi, rivolto alle prime classi della scuola. Il progetto è stato realizzato grazie alla tecnologia in video conferenza che ha permesso di garantire comunque la lezione.«Prima delle date stabilite, la professoressa ospite nella nostra sede – ha raccontato Luigi Loriga, presidente dell’associazione nazionale vigili del fuoco – mi ha insegnato (sono un alunno speciale di 75 anni) tutti i passaggi da compiere sul computer (non si finisce mai d’imparare). E posso affermare che, nonostante le difficoltà iniziali, la mia prima e spero anche l’ultima esperienza in videoconferenza è stata positiva». Alle videoconferenze hanno partecipato 165 ragazzi di 8 classi e 5 insegnanti, suddivisi in 2 serate per un totale di 4 incontri, e un numero imprecisato di genitori qualcuno dei quali ha chiesto l’autorizzazione all’insegnante di partecipare insieme al proprio figlio. «Grazie alla dirigenza della scuola, alla professoressa Marinella Sacchetti che ci hanno permesso di realizzare il progetto».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome