in

Aou: videotutorial per accompagnamento alla nascita

Li hanno realizzati dalle ostetriche della struttura di Ginecologia e Ostetricia di Sassari per dare supporto e orientamento alle neo e future mamme che, a causa del Covid, non possono seguire i corsi di preparazione al parto in presenza

SASSARI – Quattordici videotutorial, perché le donne in attesa di partorire non si sentano sole e possano arrivare al parto con tutte le informazioni utili. Infatti, lo scopo è quello di garantire supporto, informazione e orientamento alle neo e future mamme che, a causa dell’emergenza pandemica, non possono più usufruire dei tradizionali incontri di accompagnamento alla nascita. L’iniziativa vede la collaborazione della Struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia dell’Aou di Sassari, del Dipartimento delle professioni sanitarie, del progetto “Fiocchi in ospedale”, in partenariato con Save the children e l’Uisp comitato territoriale di Sassari. I video sono tutti prodotti “in casa”, grazie alla professionalità e all’inventiva delle stesse ostetriche protagoniste dei filmati. I temi trattati vanno dall’alimentazione in gravidanza all’attività fisica, dalla gestione del dolore al massaggio, dall’ingresso in reparto al ritorno a casa.
«Da una parte, vogliamo fornire alla donne in gravidanza consigli e conoscenze, semplici a prima vista ma importanti – dichiara il direttore della struttura di Ostetricia e Ginecologia Salvatore Dessole – Dall’altra, con questi video-manuali potranno acquisire quelle conoscenze che con le restrizioni non è possibile dare loro in presenza». In questo lungo periodo di emergenza Covid, infatti, le donne arrivano al ricovero e vivono il parto e il puerperio senza aver ricevuto tutte le informazioni di cui hanno bisogno. «Si tratta di nozioni importantissime – afferma la dirigente dell’Area assistenza ostetrica Nunzia Pinna – che possono far vivere alla donna questa fase della vita in maniera consapevole e con meno ansia. Per questo è importante non lasciarle sole e il nostro progetto può rappresentare per molte di loro una preziosa fonte di informazione».
E i filmati diventano un vero e proprio supporto per garantire alle donne un percorso di accompagnamento alla nascita a distanza. «Questi semplici video – aggiunge Maria Tanda, di Fiocchi in ospedale – sono organizzati perché le donne non si sentano sole. Le ostetriche, poi, hanno messo in campo le loro competenze con l’obiettivo di mettere a proprio agio le donne». I primi otto video sono stati già caricati sul profilo Youtube dell’Aou di Sassari e inseriti in una pagina dedicata del sito web dell’Azienda di Viale San Pietro. Nei prossimi giorni, saranno disponibili anche gli ultimi video-manuali.
Intanto, sono già disponibili i video sull’alimentazione in gravidanza con i consigli dell’ostetrica Elisa Solinas, sull’attività fisica in gravidanza con Eleonora Soro, sulla gravidanza e sessualità di Tonina Sanna, su cosa mettere in valigia prima di andare in ospedale di Elisabetta Cocco e sul massaggio con i consigli dell’ostetrica Natascia Trucchetti. Il dolore e la sua gestione saranno trattati dall’ostetrica Chiara Mirabella, dell’allattamento ne parlerà l’ostetrica Paola Lubinu, “baby blues” con l’ostetrica Maria Grazia Torru. A breve, saranno disponibili i video sulla cura del perineo di Elisabetta Sanna, sui prodromi di Antonella Virgilio, sul travaglio di Gianfranca Fiori, sul movimento in travaglio di Elisa Lutzoni, sul ritorno a casa di Rita Canu e sulla nascita di Antonella Bitti. Alla realizzazione dei video hanno partecipato anche la coordinatrice ostetriche Fausta Pileri, per la regia e le riprese l’ostetrica Paola Lubinu, per il montaggio l’ostetrica Chiara Mirabella e per il supporto grafico Elisa Dachena.
Nella foto: l’ostetrica Elisa Solinas

Commenti

leggi l’articolo su: Sassari News

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Scontro fra auto a Chilivani, tre feriti in codice rosso

Sei nuovi casi di coronavirus a Bultei, ad Ardara guariscono tre cittadini