in

Natale di solidarietà a Sennori: un regalo per tutti i bambini

Dal Comune un miniassegno di 30 euro alle famiglie in crisi Già erogati 141 bonus, alleanza con l’Avis sulle donazionidi Salvatore Santoni

22 Dicembre 2020

SENNORI. La seconda tranche del bonus alimentare erogato a tempo di record, centinaia di cesti carichi di vino per spingere le donazioni di sangue e ora anche un voucher per permettere a ogni bambino di Sennori di trovare almeno un regalato sotto l’albero. Sono alcune delle iniziative del Natale solidale messo in campo dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Sassu. L’ultima in ordine di tempo riguarda le famiglie in difficoltà economiche che hanno un bimbo di età inferiore agli 11 anni. Per loro il Comune ha già staccato un mini assegno da 30 euro da spendere nei negozi convenzionati del paese per l’acquisto di giocattoli, libri, abbigliamento, calzature e alimenti per l’infanzia. «Si tratta di un piccolo aiuto solidale – spiega il primo cittadino – che abbiamo voluto riconoscere alle famiglie di Sennori che a causa di una situazione economica precaria si trovano in condizione di bisogno». «È un semplice gesto che vuole rappresentare la vicinanza della comunità alle persone meno fortunate – aggiunge Sassu –. Sappiano che non saranno mai sole e che per quanto è nelle sue possibilità, l’amministrazione comunale sarà sempre al loro fianco». L’iniziativa è associata all’altro intervento che riguarda il bonus alimentare, finanziato con i fondi stanziati dal governo. Il Comune aveva lanciato la nuova chiamata ai potenziali beneficiari all’inizio del mese di dicembre. Le somme destinate a Sennori ammontano a poco più di 63mila euro, cioè la stessa consistenza del primo contributo ricevuto la scorsa primavera. E nei giorni scorsi l’amministrazione ha chiuso le graduatorie e cominciato la distribuzione dei contributi alle famiglie. «Abbiamo consegnato i buoni spesa a 141 famiglie su circa 170 aventi diritto – precisa il primo cittadino –. La distribuzione terminerà domani e a gennaio apriremo una seconda fase per ripartire ulteriori risorse avanzate dai 63mila euro». L’amministrazione aveva stanziato le risorse con una variazione al documento contabile deliberata lo scorso 2 dicembre, pochi giorni dopo che i soldi sono stati resi disponibili dal governo tramite il decreto “Ristori ter”. «Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dalla struttura comunale – riprende il sindaco Sassu –. I funzionari e i dipendenti hanno profuso un grande sforzo lavorando fino a tarda sera per raggiungere l’obiettivo, ovvero mettere i contributi nelle tasche dei cittadini entro Natale. E per questo mi sento in dovere di ringraziarli tutti». Tra le altre misure del Natale solidale c’è anche la distribuzione all’Avis di 250 kit della manifestazione “Calici di Stelle 2020”, regalati dall’associazione ai cittadini che si recheranno a donare il sangue. E ancora, l’iniziativa “Pacco solidale” con cui chi vuole fare un gesto di solidarietà durante tutto il periodo delle feste natalizie potrà acquistare dei prodotti nei negozi che aderiscono al progetto e lasciarli alla cassa, in dono alle persone bisognose. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Al negozio Pasquali si spengono le luci «Decisione sofferta»

Primo incontro tra i due rettori sardi