in

Le mura medievali della città imbrattate con una scritta rossa

SASSARI. Sicuramente chi un paio di notti fa impugnato una bomboletta spray di colore rosso per lasciare un messaggio murale ben visibile anche da lontano, non sapeva che lo sfondo scelto per…
SASSARI. Sicuramente chi un paio di notti fa impugnato una bomboletta spray di colore rosso per lasciare un messaggio murale ben visibile anche da lontano, non sapeva che lo sfondo scelto per deturpare un tratto di corso Trinità è una delle poche parti rimaste delle antiche mura di Sassari, i resti delle fortificazioni medioevali della città. Sarebbe bastato in realtà fare pochi bassi a destra per rendesi conto dal cartello di segnalazione storica che quel muro è una dei monumenti che testimoniano il passato glorioso di Sassari. Ma è probabile che chi ha compiuto un gesto così insensato non sappia neppure leggere. Certamente ha qualche difficoltà nella scrittura visto il risultato rimasto impresso sulle mura medioevali. La maggior parte dei resti delle mura presenti in città sono databili intorno al XIII secolo, mentre l’abbattimento delle mura è stato effettuato nella seconda metà del XIX secolo in maniera non ordinata e reiterata nel tempo. In seguito all’unità d’Italia, infatti, i Savoia vollero trasformare la città in un moderno centro, in parte prendendo a riferimento lo stile piemontese.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Aggredirono automobilista dieci anni a tre rapinatori

A gennaio open day online