Sit-in degli infermieri a Sassari: “Non siamo eroi, vogliamo un riconoscimento concreto”

0
23

“Siamo stanchi di essere chiamati eroi, è un appellativo fuorviante, ora vogliamo un riconoscimento concreto”, denuncia Diego Murracino, dirigente regionale del sindacato degli infermieri Nursing up.

Questa mattina davanti alla Prefettura di Sassari un gruppo di infermieri e dirigenti del sindacato ha inscenato un sit-in di protesta: “Oggi consegniamo un documento con tutte le nostre richieste al prefetto perché lo trasferisca al governo centrale”.

Nel documento gli infermieri hanno inserito le loro rivendicazioni: “Sono richieste che portiamo avanti come categoria da oltre vent’anni – precisa Andrea Farris della segreteria provinciale Nursing up -, si sono susseguiti i governi ma nessuno, nonostante le tante promesse ha avuto il coraggio di votare in parlamento a favore di queste richieste”.

Alveo contrattuale autonomo, indennità professionale, indennità di rischio infettivo, superamento del vincolo di esclusività, orario per l’aggiornamento professionale e il riconoscimento della malattia professionale sono le principali rivendicazioni degli infermieri.

“Il nostro contratto inoltre ci vede insieme agli elettricisti degli ospedali, agli impiegati e agli amministrativi – spiega Murracino – ma noi abbiamo prerogative diverse. Ci devono riconoscere un contratto autonomo e specifico per la nostra categoria”.

continua a leggere su: L’Unione Sarda

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome