in

Acqua: erogazione ripristinata a Bitti e Lodè

Riavviati i potabilizzatori di Torpè e Budoni. Verso la normalizzazione del servizio idrico in tutti i centri interessati dal maltempo. Rimessi in sesto chilometri di condotte e impianti travolti dalle alluvioni

BITTI – Da oltre una settimana, le squadre di Abbanoa sono a lavoro h24 per rimettere in sesto chilometri di condotte e impianti travolti dal maltempo. Uno sforzo che il gestore unico idrico ha portato avanti, mettendo in moto una macchina organizzativa che ha coinvolto tutti i distretti della Sardegna in supporto di quello di Nuoro. A Bitti, centro maggiormente colpito, l’erogazione è stata ripristinata in tutto il centro abitato. Sono stati eseguiti gli interventi di riparazione nelle ultime strade liberate dai detriti dalla Protezione civile e dai Vigili del fuoco. Gli interventi non finiscono qui: i lavori andranno avanti nelle prossime settimane con gli interventi strutturali anche sul fronte fognario e depurativo dove i danni sono stati ugualmente ingenti.
Anche a Lodè l’erogazione idrica è stata nuovamente riattivata in tutto il centro abitato. Venerdì, le squadre di Abbanoa hanno ripristinato il “ponte tubo” spazzato via lo scorso fine settimana dalla piena del torrente in località Su Corvu. L’intervento di ripristino era reso particolarmente difficoltoso dal punto impervio in cui è avvenuta la rottura. Anche in questo caso, i tecnici Abbanoa hanno lavorato senza sosta per il ripristino del servizio. Venerdì, l’acqua è iniziata ad arrivare nel serbatoio comunale: gli interventi delle squadre si sono quindi spostati durante la notte lungo la rete per eseguire le manovre che hanno consentito di ripristinare il servizio nel centro abitato. Sabato mattina, l’intero centro era nuovamente alimentato.
Ha richiesto un impegno considerevole anche il riavvio dei potabilizzatori travolti dall’onda di fango in arrivo dall’invaso del Maccheronis. L’acqua grezza in ingresso agli impianti aveva valori così elevati di torbidità da non essere minimamente trattabili. Grazie all’attività degli operatori del Settore Potabilizzazione del gestore, è stato notevolmente intensificato il processo di filtrazione e disinfezione. Oggi (domenica), è stato possibile riprendere la produzione negli impianti di Torpè e Budoni. L’erogazione all’utenza si stabilizzerà domani, lunedì 7 dicembre, man mano che verranno riempiti i serbatoi al servizio delle diverse località. Lavori ancora in corso nell’impianto della Runcina, a San Teodoro, ancora interessato dall’eccessiva torbidità dell’acqua in arrivo dal Maccheronis. In tutti i centri interessati dal maltempo Abbanoa ha attivato i servizi sostitutivi con autobotti che saranno attivi fino al completo rientro dell’emergenza in ogni località. Servizio di autobotte che è operativo anche a Dorgali e a Oliena, dove non manca l’acqua in rete, ma la piena del Cedrino che ha travolto la sorgente di Su Gologone ha fatto scattare preventivamente la necessità di dichiarare non potabile l’acqua distribuita. Anche in questo caso, il fenomeno è in diminuzione e nei prossimi giorni sarà ripristinata la potabilità.

Commenti

leggi l’articolo su: Sassari News

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Lutto per coronavirus al comando dei Vigili del Fuoco di Sassari

Lunedì, Codice giallo in più zone dell´Isola