in

Ozieri, mezzo milione per i lavori nelle scuole

Al via la riqualificazione dei due edifici dell’Istituto superiore “Antonio Segni” I fondi arrivano dalla Provincia, gli interventi si concluderanno a fine mesedi Francesco Squintu

03 Dicembre 2020

OZIERI. Saranno edifici scolastici rinnovati e più sicuri, quelli che gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Antonio Segni” di Ozieri ritroveranno al rientro in presenza dopo la didattica a distanza, presumibilmente dopo le vacanze natalizie. La Provincia, proprietaria degli stabili, è intervenuta con uno stanziamento complessivo di 450mila euro per riqualificare il plesso scolastico allineandolo alle normative e approfittando della sosta forzata ha deciso di anticipare l’inizio dei lavori, in modo da non creare disservizi quando gli studenti torneranno in aula per il regolare svolgimento delle lezioni in presenza.Al Liceo classico “Duca degli Abruzzi” sono stati destinati trecentomila euro (duecentoquaranta utilizzando il finanziamento regionale Iscol@ 2018-2020 e sessantamila con fondi propri dell’ente), che saranno utilizzati per lavori di efficientamento energetico e ristrutturazione mentre al Liceo scientifico sono stati assegnati centocinquantamila euro, tutti erogati dalla Provincia, da utilizzarsi per lavori di sostituzione della pavimentazione in un piano dell’edificio. «C’è una sinergia perfetta, importante e significativa tra noi e l’ente proprietario con una costante attenzione per le manutenzioni ordinarie e straordinarie – ha detto il dirigente Andrea Nieddu –. Rendere sicuro il patrimonio edilizio scolastico è fondamentale per la funzionalità e la vita della comunità e lo è ancor di più in tempi di emergenza come questi che stiamo vivendo». Al termine dei lavori, previsto entro il mese di dicembre, i due edifici si potranno fregiare di tutte le certificazioni previste per legge e non sarà poco, visto che nel rapporto dell’associazione Cittadinanzattiva, su un campione di 88 scuole, appartenenti a 13 province di 12 regioni, solo il 41% possiede un certificato di agibilità statica e il 40% della certificazione igienico-sanitaria. «In questo periodo stiamo lavorando senza sosta su tutti gli edifici della provincia – ha aggiunto l’amministratore straordinario Pietrino Fois -. Ozieri rappresenta da sempre un centro strategico per la formazione di classi dirigenti e resta costante, nel tempo, il rapporto con le direzioni scolastiche della città. L’Istituto Segni sarà tra i primi ad avere tutte le certificazioni in linea con la normativa vigente in termini di sicurezza». ©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Un futuro come albergo per le pinnettas de pedra

Strade, acqua, hotel diffuso così l’Asinara risorgerà